Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca San Piero a Grado

San Piero a Grado, si scambiano droga in un circolo privato: stroncata banda criminale

In manette sono finiti tre cittadini albanesi, che da tempo erano tenuti sotto stretta osservazione dalla Polizia di Pisa. Alla fine gli agenti sono entrati in azione: nelle abitazioni degli spacciatori enormi quantitativi di droga

Dopo mesi di indagine da parte della Sezione Antidroga della Squadra Mobile della Questura di Pisa è terminata l'avventura di una banda di albanesi che si dedicava al traffico di droga operando per i suoi loschi traffici nella zona tra Via Livornese e San Piero a Grado.

Gli agenti della narcotici, in particolare, avevano messo sotto osservazione un circolo privato nei pressi del quale, sotto gli occhi ignari di proprietari e avventori, i tre trafficanti gestivano la loro attività con modalità particolari.

La sera del 19 dicembre, dopo giorni di appostamento, è finalmente scattata la trappola della Polizia.

Un albanese, C.M., di 33 anni, parcheggia in una strada laterale accanto al circolo la propria Clio ed entra nel locale. Sopraggiungono poco dopo due fratelli, X.A., di 46 anni, già conosciuto dagli agenti per traffico internazionale di stupefacenti, e X.G., di 36 anni, apparentemente irreprensibile lavoratore, ognuno con la propria vettura. X.G. aveva con se' anche i suoi due figli minori.

Tutti entrano nel locale, ma poco dopo i due fratelli escono, si avvicinano all’auto del più grande di loro e X.G. rapidamente prende un involucro dalla macchina del fratello, una Fiat Seicento vecchio modello. Quindi entra nella stradina dove precedentemente C.M. aveva parcheggiato la propria Clio, si intrattiene pochi secondi e rientra nel circolo insieme al fratello. Tempo pochi minuti e tutti e tre gli albanesi escono e, ognuno con la propria vettura, si allontanano per direzioni diverse. I poliziotti intuiscono che il passaggio di droga è avvenuto e intervengono per fermare i tre.

Gli operatori che fermano X.G. lo fanno con cautela e discrezione: a bordo vi sono due bambini che non devono essere spaventati. Li accompagneranno poi in palestra dove più tardi andrà a riprenderli la madre. Ma nel frattempo altri equipaggi della Squadra Mobile provvedono a fermare il 33enne che, a bordo della propria Clio, sta sfrecciando verso la Chiesa di San Piero a Grado. E’ proprio davanti all’edificio che l’albanese, notato l’arrivo delle pattuglie, tenta di disfarsi dell’involucro che poco prima X.G. aveva messo sulla sua auto, ma gli agenti lo bloccano e recuperano la busta gettata che risulterà contenere quattro panetti pressati e sigillati, ognuno con mezzo chilo di eroina, per complessivi due chili di sostanza stupefacente purissima. Subito dopo scatta la perquisizione nelle abitazioni dei due fratelli.

A casa di X.G. viene trovata nascosta in una busta in giardino altra droga: un chilo e cento grammi di marijuana pressata e ben 13 chili di eroina mescolata a sostanza da taglio.

Tutti e tre gli albanesi sono stati arrestati, associati alla Casa Circondariale di Pisa e messi a disposizione del PM che coordina le indagini, il dott. Antonio Giaconi della Procura della Repubblica di Pisa.

Sono in atto ulteriori approfondimenti sui tre soggetti al fine di risalire all’intero quadro organizzativo che ha gestito il traffico di droga così stroncato.

Con questa operazione la Polizia ritiene di aver inflitto un duro colpo allo spaccio di droga in città e provincia.

                                           

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Piero a Grado, si scambiano droga in un circolo privato: stroncata banda criminale

PisaToday è in caricamento