rotate-mobile
Cronaca

Spaccio di droga, saldi di fine anno sulle dosi: nove arresti in città

I Carabinieri hanno arrestato nove persone per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Il prezzo delle dosi è calato del 20%, dato che ha creato un incremento dell'attività illecita

Importanti risultati conseguiti dai Carabinieri della Compagnia di Pisa nella lotta allo spaccio di piazza, i cui servizi sono inseriti in una più ampia strategia di controllo del territorio.
Nell’ultimo periodo sono stati effettuati infatti 8 arresti per spaccio di sostanze stupefacenti dal Nucleo Operativo e Radiomobile e uno dalla Stazione di Pisa Principale. A finire nella rete degli investigatori, il più delle volte, sono stati extracomunitari di origine magrebina, dediti allo spaccio tra Piazza delle Vettovaglie e la zona prospiciente la stazione ferroviaria.

Un dato particolare emerso nel corso delle indagini è quello relativo al prezzo dello stupefacente, che con l’approssimarsi delle festività di fine anno ha registrato un calo del 20% su ogni dose di eroina spacciata. Anche questo ha influenzato “positivamente” l’attività di spaccio, facendo registrare un incremento del fenomeno, contrastato, tuttavia, con l’intensificazione dei servizi di controllo che hanno portato in soli 10 giorni all’arresto in flagranza di reato di 9 persone.

In Vettovaglie è stato arrestato M. H., tunisino classe '76, per aver venduto una dose di cocaina. Nel corso della perquisizione personale, inoltre, gli sono stati trovati ulteriori 5 frammenti di hashish, per un peso complessivo di quasi 4 grammi.

Sempre nel centro storico pisano è stato arrestato D. N., marocchino classe '86, anche lui per aver venduto cocaina ad un tossicodipendente pisano: anche in questo caso la perquisizione personale ha consentito di rinvenire ulteriori 7 confezioni di cocaina. In manette, sempre in Vettovaglie, O. A., tunisino dell’82, per spaccio di un modico quantitativo di hashish e detenzione di ulteriori 11 frammenti, per un peso complessivo di circa 15 grammi.

In zona stazione, invece, è stato arrestato K.M., algerino del '72, pluripregiudicato, per spaccio di eroina e detenzione di ulteriore quantitativo, e J. A., tunisino classe '77, per il medesimo titolo di reato connesso alla medesima sostanza.

In zona Porta a Mare, invece, è finito in manette un italiano, M. D., pisano del '64, pregiudicato, per spaccio e detenzione di stupefacenti: i militari, notati i suoi movimenti sospetti, sono rimasti in appostamento sino a quando non è avvenuta la cessione di due dosi di eroina a due tossicodipendenti. Sottoposto a perquisizione personale, i Carabinieri hanno trovato ulteriori 6 dosi di eroina. La perquisizione è stata poi estesa anche a casa di M. D., sempre in zona Porta a Mare: all’interno sono stati recuperati circa 15 grammi di eroina in polvere, pronta per essere confezionata, 9 dosi della stessa sostanza stupefacente per un peso di circa 3 grammi ed una bilancina di precisione.

Un tunisino, J. A., del '77, è stato arrestato in zona Cittadella per detenzione ai fini di spaccio di circa 23 grammi di hashish.

La Stazione di Pisa Principale, invece, ha arrestato e condotto in carcere un tunisino del '67, B. E. A. M., già agli arresti domiciliari per reati di droga, trovato, nel corso del controllo dei Carabinieri, con due dosi di eroina. Il nordafricano, alla vista dei militari, ha cercato di ingerire la sostanza, spintonando violentemente i Carabinieri. Per B. E. A. M. l’accusa è di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di droga, saldi di fine anno sulle dosi: nove arresti in città

PisaToday è in caricamento