Sparatoria piazza Berlina, Confcommercio: "No a caccia alle streghe"

L'associazione dei commercianti sulla rissa al Temple Bar: "Movida? Non accettiamo criminalizzazioni: la presenza di commercianti è già un primo presidio contro la delinquenza"

Dopo la sparatoria sul lungarno, ennesimo episodio di violenza che esplode nel corso delle notti pisane, Confcommercio ribadisce la propria solidarietà ai gestori dei locali, spesso tra i primi a finire al centro delle polemiche quando si parla di movida violenta.

La nota dell'associazione dei commercianti esordisce comunque con un plauso alle forze dell'ordine, "che con grande professionalità sono riuscite ad arrestare gli autori di una simile rissa, evitando al contempo guai molto peggiori. Detto questo - continua la nota - vogliamo scongiurare una sorta di caccia alle streghe mediatica e non solo contro i locali del centro storico, la stragrande maggioranza dei quali rispetta con grande puntualità e attenzione norme e regolamenti".
 
Il punto su cui insiste la Confocommercio è noto: il rispetto delle regole da parte dei gestori dei locali garantisce di per sè che il divertimento non degeneri nell'anarchi, e talvolta nella violenza. Dunque punire chi trasgredisce ma non criminalizzare chi rispetta la legge. "Siamo d'accordo - spiega infatti la nota -  con le sanzioni contro tutti quei locali che violano sistematicamente le regole, danneggiando più o meno direttamente l'intera categoria. Non accettiamo strumentali criminalizzazioni degli imprenditori onesti e in regola, convinti come siamo che la semplice presenza di attività commerciali costituisca già di per sé un primo ed efficace presidio contro la delinquenza".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 254 nuovi casi in Toscana, 3.226 i contagi 

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

  • Coronavirus: 224 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus, sostegno alle famiglie indigenti: buoni spesa da 100 euro

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

Torna su
PisaToday è in caricamento