Il Comune gestirà gli spazi esterni dell'Apes per fare manutenzioni

L'annuncio dell'assessore Latrofa a seguito di un incontro con il sindacato Asia Usb

Il Comune di Pisa ha intenzione di prendere in carico i piazzali di proprietà Apes, per effettuare i necessari lavori in aree in abbandono. Lo ha affermato l’assessore ai Lavori Pubblici Raffaele Latrofa, che ha incontrato stamani 23 ottobre una delegazione del sindacato Asia Usb assieme ad alcuni assegnatari e abitanti di via Pungilupo, via Norvegia, Gagno, via Pierin del Vaga.

L’assessore, dopo aver ascoltato le istanze della delegazione, ha risposto per gli aspetti di propria competenza: "Anche se la situazione degli alloggi popolari deve essere sistemata da Apes, che ha competenza degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, come Comune ci siamo mossi tempestivamente per dare una risposta per quanto riguarda gli spazi comuni. Lo scorso 8 ottobre la giunta comunale ha dato mandato agli uffici perché i cosiddetti piazzali passino dalla competenza Apes a quella comunale, che per noi è l’unica strada percorribile per poter effettuare direttamente i lavori e gli interventi necessari. Una volta che i piazzali passeranno sotto la gestione del Comune inizieremo una serie di interventi sulla base delle priorità stabilite dagli uffici. Quel che è sicuro è che finalmente, dopo oltre 20 anni in cui palazzi e piazzali sono stati abbandonati a se stessi, potremmo metterci al lavoro per sistemare prima di tutto le fognature, e in un secondo momento marciapiedi, asfalti e stradine limitrofe, pubblica illuminazione oltre a poter intervenire per lo sfalcio dell’erba, la rimozione di carcasse di auto, il taglio di alberi e piante pericolose".

Latrofa ha inoltre confermato l’impegno dell’amministrazione nel voler sistemare l’area dell’ex asilo Timpanaro di via Norvegia: "Per anni è stato ritrovo di spaccio e sbandati, noi confermiamo che nella zona sorgeranno giochi per bambini, un bocciodromo e un gazebo. Disponibili anche a realizzare uno sgambatoio dietro l’ex asilo, così come i residenti stamani hanno chiesto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

  • In isolamento Covid da oltre un mese: limbo regolamentare per il 'positivo a lungo termine'

Torna su
PisaToday è in caricamento