Coronavirus Pisa | Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Dalla raccolta cibo alla consegna di farmaci a domicilio, fino al supporto psicologico a distanza. Ecco tutti i progetti solidali messi in campo da singoli e associazioni in questo tempo di emergenza Covid-19

Mai come nella solidarietà e nella beneficenza si concretizza il motto 'Distanti ma uniti', coniato per dare speranza e coesione nella lotta al coronavirus. Piccoli gesti di privati, donazioni di aziende pubbliche o grandi imprenditori, associazioni di volontariato schierate in prima linea per aiutare le fasce di popolazione più deboli e tutti i ‘soldati’ in camice bianco che lavorano quotidianamente nelle strutture ospedaliere. L’esercito della solidarietà e della beneficenza ha ingrossato le sue fila di giorno in giorno anche a Pisa e provincia, arrivando a comprendere un vasto scorcio della nostra società. Ecco un elenco delle iniziative organizzate (in aggiornamento).

Consegna della spesa e dei farmaci a domicilio a Pisa

Sul territorio del comune di Pisa è attivo il servizio gratuito di consegna a domicilio della spesa (generi alimentari, farmaci e di prima necessità) esclusivamente rivolto a tre categorie di persone che non possono ricevere supporto da parenti, amici, conoscenti: soggetti in condizione di fragilità come anziani, immunodepressi, persone con patologie gravi o croniche; soggetti posti in quarantena; soggetti Covid positivi. Per richiedere il servizio si deve contattare il numero verde 800-086540 attivo dalle ore 9.00 alle ore 20.00. Le persone che si rivolgono a questo numero saranno ricontattate per fornire i dettagli dell’ordine che può comprendere solo medicine, cibo e beni di prima necessità.

Anche Arci Pisa è scesa in campo per aiutare le fasce di popolazione più deboli. Chiunque ne avesse bisogno può chiamare i seguenti numeri dalle 17 alle 20:

  • Zona Centro Città: Simone 3927188941
  • Zona Cep, Barbaricina, San Rossore: Maria Grazia 3280254173
  • Zona Putignano, S. Ermete, Ospedaletto: Marion 3338268146
  • Zona S. Piero, La Vettola, Porta a Mare: Alberto 3384251882

Questa la nostra lista dei negozi che a Pisa e provincia hanno attivato la consegna a domicilio dei loro prodotti.

Consegna a domicilio in provincia

Anche in provincia sono stati attivati servizi di consegna a domicilio della spesa e dei beni di prima necessità. Il Comune di Vecchiano e la Consulta del Volontariato hanno attivato una linea telefonica alla quale rivolgersi per richiedere la spesa a domicilio: il numero da compilare è 335 1326181. Il Comune di San Giuliano Terme aggiorna qui  quotidianamente la lista dei negozi che hanno attivato il servizio. Anche a Cascina è disponibile un elenco di esercizi commerciali che hanno attivato la consegna a domicilio, così come a Pontedera.

Nel territorio comunale di Cascina la Misericordia ha attivato anche il servizio di consegna a domicilio dei medicinali. I residenti devono rivolgersi al numero 050 701901.

Calci è stato attivato un conto corrente sul quale i cittadini possono far confluire donazioni per le famiglie più in difficoltà. Fuori dai due supermercati Coop ed Eurospin del paese sono stati allestiti anche due box nei quali lasciare generi alimentari. L'Iban per la 'Spesa SOSpesa' è IT71W0306909606100000156720, con causale 'SOS CORONAVIRUS CALCI'.

Le iniziative sanitarie e della Società della Salute

Da lunedì 23 marzo è attivo il servizio di supporto psicologico telefonico offerto gratuitamente dall'associazione Misericordie Pisane. E' rivolto a tutti i residenti nella provincia di Pisa e prevede un ascolto e supporto psicologico circoscritto al disagio legato al virus, quindi dedicato in modo particolare a coloro che devono affrontare la malattia, la paura, i periodi di quarantena, l'isolamento. Per problematiche più complesse, dove il solo ascolto, anche se professionale, può non bastare, verrà fatto un invio specifico ai servizi territoriali. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, con orario 9-12 e 15-20, mentre il sabato il servizio sarà disponibile dalle 10 alle 13. Basta comporre lo 0587353118 e il richiedente sarà messo in contatto con il primo professionista disponibile.

E' attivo anche un secondo servizio di sostegno psicologico a distanza: 'Primo soccorso psicologico', nato dalla collaborazione con l'Unità Funzionale Salute Mentale Adulti della Zona Pisana dell'Azienda Usl Toscana Nord Ovest. E' rivolto ai cittadini in isolamento domiciliare per positività riconosciuta al Coronavirus e/o loro familiari. Il numero è 3389576694 ed è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.

La Società della Salute della Zona Pisana, di concerto con il Comune di Pisa, ha istituito anche l’erogazione di buoni spesa da 100 euro spendibili nei supermercati a marchio Coop e Esselunga. Sds Zona Pisana ha costituito anche una struttura di ricovero per accogliere minori nell’eventualità in cui i cui i genitori o i parenti si trovino impossibilitati ad assisterli a causa di contagio da Covid-19. Verrà utilizzato un appartamento a Zambra (Cascina) in accordo con l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Cascina Costanza Settesoldi. Potranno essere ospitati fino a 6 minori a cui, oltre al servizio di accoglienza residenziale, saranno garantiti prestazioni educative di animazione e cura, assistenza psicologia e sorveglianza.

La Sds Zona Pisana ha aperto anche un conto corrente bancario destinato alla raccolta di offerte per il sostegno alimentare. Iban: IT87R0503414011000000001613. Nella causa indicare: 'Emergenza Coronavirus'.  Si prega di inviare la ricevuta  del bonifico all'indirizzo sabrina.biondi@uslnordovest.toscana.it. 

La Sds Zona Pisana ha radunato anche molti volontari nel progetto 'La spesa sicura', rivolto ad anziani, disabili e persone in condizione di comorbidità (perché, ad esempio, immunodepressi o in chemioterapia). Tre i numeri telefono a disposizione (tutti i giorni dalle 17 alle 19): 3392273751 (dottor Francesco Galli, medicina interna Aoup), 3479969389 (Paolo Tosone, medico in formazione Aoup) e 388.1698038 (Antonio Maglio, medico in formazione Aoup). 'La spesa sicura' opera in coordinamento con l’associazione 'Sguardo di Vicinato', che ha messo a disposizione due numeri di telefono (3771452217 Alessandra Orlanza, presidente dell’associazione, dalle 10 alle 19; e 3208166698 Niko Pasculli, volontario dalle 17 alle 19). Un servizio analogo è svolto anche dall’associazione 'Cecchini Cuore' con sette numeri di telefono a disposizione. Il coordinamento è curato da Maurizio Cecchini (3387228610). Gli altri sei contatti sono i seguenti: 3341008959 (Diego) per il territorio di Pisa; 3484722674 (Letizia per San Piero a Grado); 3312253082 (Antonio)3771162691 (Martina) e 3466289719 (Silvia) per la zona di Cascina, Navacchio e San Prospero; 3204192007 (Alberto) per l’area di Migliarino e Vecchiano; 3482352952 (Paola) per Avane e Filettole e 3428602303 (Fabrizio) per Lucca. A Pisa, nel quartiere de I Passi, infine, sono attivi anche i volontari del Comitato de 'I Passi' (tel.349.1134210).

Confcommercio Pisa, con il patrocinio di Sds Zona Pisana e Comune di Pisa, ha avviato il progetto 'Piccolo commercio solidale', con lo scopo di aiutare e sostenere le famiglie e le persone in difficoltà economica o che non possono uscire di casa per fare la spesa. Per informazioni e adesioni è possibile telefonare al numero 05025196 oppure scrivere a segreteria@confcommerciopisa.it.

Non cala l'attenzione riguardo alle violenze domestiche e di genere, un tema particolarmente caldo in un momento nel quale tutte le famiglie sono obbligate a trascorrere molto tempo nelle proprie abitazioni. La Casa delle Donne mette a disposizione un centralino attivo 24 ore su 24: 050561628

L'Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana ha costituito un fondo al quale i privati possono indirizzare le donazioni: la causale deve essere 'Donazione emergenza Covid-19'.

Anche a livello regionale è partito un progetto di sostegno e assistenza psicologica ai cittadini. E' un servizio erogato da psicologi professionisti altamente preparati per operare a sostegno delle persone in difficoltà nelle emergenze di particolare rilevanza, volontari appartenenti ad associazioni quali Anpas, Cisom, Croce Rossa, Misericordie e Psicologi per i Popoli. L'assessorato alla Sanità mette a disposizione gli psicologi e psicoterapeuti del centro d’ascolto regionale (CARe).

Ecco i numeri da chiamare: da telefono fisso 800.909685 e da cellulare 055.4382530. Il servizio è svolto dalle 9 alle 19 tutti i giorni, ed offre: assistenza alla persone in quarantena, assistenza alle persone sottoposte alla sorveglianza attiva, assistenza alle persone in isolamento preventivo, assistenza alle persone fragili, assistenza a coloro che necessitano di un supporto psicologico legato alle criticità emerse a causa del Covid19.

Le altre iniziative

Non manca il contributo delle eccellenze universitarie e dei suoi studenti. Gli allievi dell’Università di Pisa, della Scuola Superiore Sant’Anna e della Scuola Normale hanno realizzato un video utile per smascherare le fake news e i falsi miti sul coronavirus, la sua diffusione e il contagio.

L'assessorato alla pubblica istruzione del Comune di Pontedera, insieme ai volontari dell'Arci Ragazzi Valdera, avvierà nei prossimi giorni un servizio di consegna a domicilio dei compiti per gli alunni di famiglie che hanno difficoltà ad attivare le modalità di didattica a distanza. Ecofor inoltre ha sostenuto la produzione di 75mila mascherine distribuite a tutti i residenti nel comune pontederese.

Unicoop Firenze annuncia prezzi fermi per due mesi, fino al 31 maggio. L'iniziativa coinvolge tutti i prodotti in assortimento: dai freschi come latte, uova, salumi, latticini, ma anche carne pesce, frutta e verdura, all'assortimento confezionato, sia a marchio Coop, sia di tutte le altre marche.

Buoni alimentari: come richiederli

Come da decreto del presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte sono assegnati ai Comuni contributi per la distribuzione di buoni alimentari per le persone più bisognose.
Ecco come richiederli in alcuni Comuni della nostra provincia:

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

  • In isolamento Covid da oltre un mese: limbo regolamentare per il 'positivo a lungo termine'

Torna su
PisaToday è in caricamento