menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nei mercati di Campagna Amica sbarca la 'spesa sospesa del contadino'

L'iniziativa di Coldiretti è stata lanciata anche a Pisa con l'obiettivo di far diventare il progetto un fenomeno strutturale non limitato a questo periodo natalizio

Prima giornata, ieri, della 'Spesa sospesa del contadino', l’iniziativa di solidarietà promossa dagli agricoltori nei mercati di Campagna Amica e negli agriturismi in tutta Italia per aiutare a combattere le nuove povertà e offrire ai più bisognosi un Natale sereno.
Anche a Pisa, tutti i cittadini che fanno la spesa nei mercati e nelle fattorie di Campagna Amica possono decidere di donare cibo e bevande alle famiglie più bisognose sul modello dell’usanza campana del 'caffè sospeso'. In questo caso si tratta di frutta e verdura, ma anche pasta fatta con grano 100% italiano, salumi e legumi delle aree terremotate di Lazio, Marche, Abruzzo e Umbria. E ancora olio extravergine d’oliva (Dop), pecorino dei pastori sardi e altri generi alimentare Made in Italy, di qualità e a km zero. 

Si tratta di prodotti messi a disposizione dagli agricoltori, cinque milioni di chili raccolti in tutta Italia. Un contributo determinante al raggiungimento di questo obiettivo è venuto dal management dei Consorzi Agrari D’Italia (Cai) e della Coldiretti che ha deciso di rinunciare a propri compensi straordinari a favore di una operazione di solidarietà importante per gli agricoltori e per i tanti cittadini che in questo momento si trovano in difficoltà anche per mangiare.

"E' la più grande offerta gratuita di cibo mai realizzata dagli agricoltori italiani per aiutare a superare l’emergenza economica e sociale provocata dalla diffusione del Coronavirus e dalle necessarie misure di contenimento" affermano da Coldiretti. “Con la spesa sospesa abbiamo voluto dare un segno tangibile della solidarietà degli agricoltori verso le fasce più deboli della popolazione più colpite dalle difficoltà economiche”, ha spiegato il presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel sottolineare che “il nostro obiettivo è far sì che questa esperienza non resti limitata a questa occasione ma diventi un fenomeno strutturale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piatti regionali, la ribollita toscana: la ricetta

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Dolci regionali, la ricetta dei cantucci toscani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento