Cronaca

Artisti pisani sul palco per tre appuntamenti a settimana: il Teatro Nuovo riparte in presenza

Il direttore artistico Carlo Scorrano illustra il primo cartellone di eventi che partirà venerdì 7 maggio: "Emozionati di rivedere il pubblico in sala"

Tanti, tantissimi appuntamenti online per non perdere il prezioso contatto con il pubblico. Perché il Teatro Nuovo, parola del direttore artistico Carlo Scorrano, "è un presidio sociale e culturale della città. E proprio nel momento più duro della pandemia, quando siamo tornati chiusi in casa dallo scorso ottobre, abbiamo deciso di non lascare sole le persone. La cultura è un carburante dell'anima, ancora più preziosa in questo periodo così complicato". Il contatto con il pubblico però è una delle fonti primarie dell'energia di teatri dal vivo come il locale di piazza della Stazione, "e l'ufficialità della riapertura ci ha riservato un'emozione incredibile".

Lunedì 26 aprile la direzione del Teatro ha radunato, attraverso una call telematica, oltre 40 artisti professionisti della provincia pisana per gettare le basi di una prima programmazione. "Abbiamo riunito praticamente tutti i generi teatrali e dello spettacolo dal vivo - spiega Scorrano - anche se ancora a distanza, le sensazioni sono state veramente palpitanti. Poterci ritrovare per stilare un cartellone di eventi in presenza è stato esaltante". Il risultato della riunione è un programma di spettacoli che partirà venerdì 7 maggio, "con tre appuntamenti settimanali per tutto il mese".

Il direttore artistico prosegue: "Abbiamo scelto di privilegiare, in questa primissima fase, gli artisti pisani per un doppio ordine di idee: l'esigenza di doversi cautelare riguardo alle restrizioni agli spostamenti e al coprifuoco, e legare il Teatro Nuovo a doppio filo con il territorio. Per progetti più vasti ci sono i mesi estivi, per i quali abbiamo anche più tempo per un'organizzazione più meticolosa e capillare".

Nei prossimi giorni il Teatro provvederò a comunicare tutti i dettagli del primo cartellone di eventi in presenza al proprio pubblico: "Accanto ai canali online, sfruttati al massimo negli ultimi mesi, torneremo a utilizzare anche i volantini e le locandine. Ovviamente in tutti noi c'è il dubbio sulla risposta delle persone alla ripartenza degli eventi in presenza: penso che ci sarà un fisiologico periodo di metabolizzazione della novità e di superamento delle 'resistenze' mentali a tornare in una sala chiusa con altre persone. Ma con il miglioramento delle condizioni generali, che tutti auspichiamo continui, siamo certi che anche il pubblico vivrà con entusiasmo il ritorno al Teatro".

Tutti i locali del Teatro Nuovo sono già pronti a riabbracciare le persone, "perché grossomodo i protocolli anticontagio sono gli stessi utilizzati fino a qualche mese fa - conclude Carlo Scorrano - inoltre, accanto alla possibilità di acquistare i tagliandi d'ingresso alla biglietteria, c'è anche il portale online. Migliorato e potenziato, per favorirne un massiccio utilizzo. La platea potrà accogliere fino a 105 persone, con la possibilità di aggiungere altri 50 posti in galleria nel caso in cui ci fosse un'alta richiesta di biglietti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Artisti pisani sul palco per tre appuntamenti a settimana: il Teatro Nuovo riparte in presenza

PisaToday è in caricamento