Luminara: spettacolo pirotecnico senza musica e con più di 7mila fuochi sparati in cielo

I fuochi saranno sparati da 12 zattere disposte lungo l'Arno tra il ponte della Fortezza e il ponte della Cittadella: attese circa 100mila persone. Iniziato intanto il montaggio delle biancherie sui Lungarni

Circa 7.500 fuochi per un peso complessivo di 1.900 chili. Sono quelli che verranno sparati dalle 12 chiatte disposte lungo l'Arno in occasione della Luminara 2019. Iniziano ad emergere i dettagli dello spettacolo pirotecnico che si svolgerà come sempre la sera del 16 giugno. In una determina dei giorni scorsi il Comune di Pisa ha infatti approvato gli atti di gara e impegnato una cifra di poco inferiore ai 49mila euro per la realizzazione dello spettacolo che colorerà i cieli della città. 

La caratteristiche dello spettacolo

I fuochi, come già accaduto in occasione dell'ultima edizione, "verranno lanciati senza l'accompagnamento musicale" ha detto a margine della conferenza stampa sul Giugno Pisano l'assessore alle Tradizioni storiche Filippo Bedini. Dal documento redatto dagli uffici emergono poi quelle che sono le linee guida individuate dal Comune. Lo spettacolo pirotecnico dovrà avere una durata di "almeno 25 minuti (nel conteggio non sono compresi i tempi di pause)" e dovrà essere "dotato di una precisa struttura nell’esecuzione a livello di ritmi e coreografie". Lo show dovrà poi svolgersi "in un orario compreso tre le 23 e le 23.50".

I fuochi saranno sparati da 12 zattere così disposte lungo il fiume: 4 nel tratto compreso tra ponte della Fortezza e ponte di Mezzo; 4 tra ponte di Mezzo e ponte Solferino; e altre 4 tra ponte Solferino a ponte della Cittadella. L'azienda che fornirà il servizio dovrà "eseguire uno spettacolo in grado di permettere alla massa di pubblico (circa 100mila persone) di poter avere una visuale ottimale" garantendo i livelli di sicurezza necessari e "andando ad esaltare nel migliore dei modi il contesto naturale ed artistico in cui ci si trova ad operare".

Montaggio delle 'biancherie'

In questi giorni è intanto iniziato sui lungarni il montaggio delle 'biancherie' (i telai in legno sui quali vengono montati i lumini). Ad occuparsi delle operazioni, compresa l'accensione dei lumini, è la ditta Nuova Kros Eventi con sede a Pisa che si è aggiudicata la gara per un importo di circa 167mila euro (Iva inclusa). 

Fornitura dei lumini

E' invece di Livorno, la Graziani Srl, l'azienda che si è aggiudicata la gara per la fornitura di lumini, bicchierini e tappi che verranno poi accesi e posizionati sulle biancherie. il tutto per una cifra di circa 39mila euro (Iva inclusa)"Sono necessari circa 75mila lumini - si legge in una detemina firmata nei giorni scorsi dal dirigente Giuseppe Bacciardi - 65mila bicchierini e 45mila coperchietti metallici per la realizzazione della Luminara di San Ranieri edizione 2019, considerate anche le giacenze di magazzino" (di solito sono oltre 100mila i lumini accesi sui palazzi dei Lungarni). 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • 'L'Amica geniale' saluta Pisa: terminate le riprese della fiction Rai

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

Torna su
PisaToday è in caricamento