Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca Marina di Pisa

Spiagge di ghiaia a Marina, Nerini: "Ultimi rantoli di una arrogante sinistra al potere"

Il consigliere comunale di Noi Adesso Pisa rincara la dose sull'intervento di spianamento delle spiagge. Sulla questione anche la consigliere Olivia Picchi (Pd)

(foto d'archivio)

Non si placa la polemica sull'operazione di spianamento delle spiagge di ghiaia a Marina di Pisa. Dopo la denuncia del capogruppo in Consiglio regionale di Noi Adesso Pis@ - Fratelli d'Italia Maurizio Nerini e la replica della Regione Toscana, è ancora l'esponente di Nap ad intervenire attaccando l'ente guidato da Enrico Rossi.
"Bene, siamo arrivati al ridicolo - afferma Nerini - usciamo sui giornali e il giorno dopo la Giunta regionale stanzia 33mila euro per spianare le spiagge da metà a fine giugno, e ci dicono che le figurette le facciamo noi. Questa è la dimostrazione che abbiamo ragione sul fatto che non sono fondi strutturali quelli impiegati, che è palese che se ne son dimenticati, che sembra davvero che lo facciano apposta per metterci in cattiva luce, che non si coordinano tra il presidente Rossi e il consigliere regionale Mazzeo, non rendendosi nemmeno conto che avremo le ruspe tra i bagnanti fino a luglio". "La distanza che c'è tra questi personaggi e la gente è abissale - conclude il consigliere comunale - ma questi sono gli ultimi rantoli di una arrogante sinistra al potere sorda, scomposta e corta di pensiero".

Sulla questione interviene anche la consigliera comunale del Partito Democratico Olivia Picchi. "Leggiamo l'ennesima polemica con addirittura la denuncia di un complotto per la mancata manutenzione delle spiagge di ghiaia - attacca Picchi - vi spieghiamo come funziona. Tutti gli anni la Regione Toscana stanzia entro giugno fondi  per il Comune per la manutenzione ordinaria delle spiagge e dunque per lo spianamento delle stesse. Per accelerare i tempi ogni Comune individua l'azienda realizzatrice dei lavori. Il Comune fa da soggetto attuatore e da 'cassa', andando a pagare l'impresa con l'introito regionale. Il Comune di Pisa - denuncia Picchi - si è distinto essendo l'unico a non essersi attivato. Adesso interverrà direttamente la Regione e tramite questa verrà individuata l'impresa per effettuare i lavori. Lavori che potevano essere fatti prima se il Comune se ne fosse interessato, riducendo in questo modo i disagi di cittadini e turisti".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiagge di ghiaia a Marina, Nerini: "Ultimi rantoli di una arrogante sinistra al potere"

PisaToday è in caricamento