Spianatura spiagge di ghiaia, il Comune insiste: "Ritardo colossale"

L'assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Latrofa, ribadisce la posizione dell'Amministrazione comunale secondo cui i lavori sarebbero in capo alla Regione

"Qualcuno cerca di intorpidire le acque ma la situazione è molto semplice: la Regione ha messo a gara l'opera, ha progettato l'intervento e lo ha affidato ad una ditta. Secondo voi è possibile fare questo senza averne titolo? Dal 13 luglio inizieranno i lavori con un ritardo colossale, il resto sono discorsi". L'assessore comunale ai lavori pubblici, Raffaele Latrofa, ha confermato questa mattina, 9 luglio, nel corso del Consiglio Comunale, la posizione dell'Amministrazione Comunale in merito ai lavori per la spianatura delle spiagge di ghiaia a Marina di Pisa.

Un tema che è entrato a far parte della campagna elettorale in vista delle elezioni regionali e su cui si scontrano due diverse posizioni. Quella del Comune, appunto, per il quale "i lavori sono in capo alle Regione" e quella della Regione stessa, secondo cui, invece, "in base alla legge regionale 80 del 2015" la competenza per questo tipo di interventi "è comunale", nonostante negli ultimi anni, "in pieno spirito di collaborazione" l'ente regionale "abbia svolto questa attività al posto del Comune, individuando risorse proprie o statali, come in questo ultimo caso, per la copertura finanziaria degli interventi".

"Nell'ultima riunione avuta con la Regione il 3 giugno - ha affermato Latrofa rispondendo ad un question time del capogruppo di Fdi-Pisa nel Cuore, Maurizio Nerini - ho chiesto di far partire i lavori il prima possibile, ricevendo rassicurazioni in questo senso dal vertice tecnico. Ho anche chiesto di fare i lavori più pesanti, quelli sulle scogliere, a settembre, dopo la stagione estiva, ricevendo rassicurazioni anche in questo caso". Il tema dei lavori di spianatura alle spiagge di ghiaia di Marina di Pisa sono da diversi anni al centro delle polemiche per i tempi con cui vengono svolti gli interventi rispetto all'inizio della stagione estiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ho sempre combattuto - scrive in una nota capogruppo di Fdi-Pisa nel Cuore, Maurizio Nerini - affinché non fosse messo in atto un progetto devastante, ho sempre chiesto una manutenzione programmata con una spianatura effettuata prima dell'inizio della stagione balneare, ma niente. La risposta dell’Assessore Latrofa che ringrazio era scontata: la competenza era e resta in capo alla Regione, i soldi non sono mai stati girati al Comune, convenzioni in merito non ci sono e il lavori iniziano il 13 luglio, tra i bagnanti. Mi hanno accusato di aver fatto un comizio in consiglio, ne ho sentiti a migliaia, ebbene sì faccio politica, ma sempre a favore del popolo che mi ha eletto che ha bisogno di fatti e non di chiacchere nelle quali molti sono dei fenomeni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, crescono i contagi: 755 nuovi positivi

  • Si diplomano e vengono assunti nell'azienda dei loro sogni

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Coronavirus in Toscana: 812 nuovi positivi, 108 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 906 nuovi casi, 133 a Pisa

  • Coronavirus nel pisano: 39 casi a Pisa, 26 a Cascina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento