Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

"Spostamento della Questura inutile, meglio investire in un nuovo complesso per forze di polizia"

Il sindacato Siulp lancia la proposta di usare gli eventuali soldi di ammodernamento della struttura di Piazza Vittorio Emanuele per una nuova struttura

La sicurezza a Pisa è un tema caldo da mesi, se non anni, da prima della campagna elettorale. Fra le tante proposte ha nel tempo assunto rilevanza lo spostamento della Questura nei locali della ex Provincia in Piazza Vittorio Emanuele, al fine di contrastare le criticità del quartiere della stazione. I pareri sono discordanti. Il tema centrale è quello delle dotazioni non adeguate della Polizia pisana, che sia nel numero degli operativi o, come in questo caso, nel dotare il Corpo di uffici funzionali alle attività.

Rossi a Salvini sui nuovi poliziotti: "In Toscana solo briciole"

A riprendere il dibattito è ora il Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia, che risponde a chi ritiene utile lo spostamento: "Non riusciamo a spiegarci come mai, nel tempo, i vari uffici e i tanti dipendenti accolti all'interno dell'ex Palazzo della Provincia abbiano traslocato in immobili meno fatiscenti o sui quali si è speso o si spenderà una somma di denaro per rendere i luoghi di lavoro più accoglienti sotto vari aspetti ed invece di contro si insista sistematicamente per collocare le donne e gli uomini della Polizia di Stato in un palazzo vetusto, ante datato come quello della ex Provincia e con una infinità di problematiche".

Il segretario provinciale Vito Giangreco insiste: "Non riusciamo a spiegarcelo a meno che l'intento non sia quello di trovare un affittuario a tutti i costi e al contempo liberare l'attuale immobile che ospita la Questura in via Lalli per destinarlo ad altri scopi ma che nulla ha a che fare con la richiesta di domanda di sicurezza afferente l'area della stazione, che non può e non deve essere confinata allo spostamento di un immobile. Questa riflessione nasce dal semplice fatto che avendo effettuato, insieme al Questore precedente e alle altre figure competenti per la sicurezza sui luoghi di lavoro, un sopralluogo nell'ex palazzo della provincia ci siamo imbattuti in un edificio con enormi spazi ma che necessita di incommensurabili spendite di denaro per adattarlo alle esigenze della Polizia di Stato, oltre che renderlo fruibile e vivibile non solo al pubblico, ma anche e soprattutto allo stesso personale della polizia di stato in termini di sicurezza".

"Ad oggi - conclude il sindacato - quell'edificio appare manchevole di tantissime cose e presenta una pendenza tale che alcuni ex o attuali occupanti sono costretti finanche a togliere le rotelline dalle sedie per non trovarsi durante la giornata lavorativa 'scivolati' a metri di distanza rispetto alla posizione iniziale". L'alternativa per il Siulp è una: "Ebbene in un contesto simile, dove appare necessario spendere tantissimo denaro, la maggior parte supponiamo dei contribuenti, forse sarebbe più opportuno prevedere e progettare, come è stato fatto in tantissime altre province di Italia, la realizzazione di un Complesso moderno che possa accogliere diversi uffici di Polizia rendendo fruibile il tutto ai cittadini e agli stessi operatori di polizia sempre nel rispetto della più assoluta sicurezza, anche quella sui luoghi di lavoro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Spostamento della Questura inutile, meglio investire in un nuovo complesso per forze di polizia"

PisaToday è in caricamento