Poste a Riglione chiuse per lavori: "Nessun intervento per abbattimento barriere architettoniche"

Il commento del consigliere comunale Marco Biondi sulla situazione dell'ufficio postale: "Da anni come PD chiediamo un suo spostamento"

"Ancora chiuse le poste a Riglione, da oltre due settimane il servizio postale è chiuso per lavori edili creando un notevole disagio per i cittadini che debbono spostarsi verso altre sedi, a Putignano o nel comune di Cascina. Non siamo a conoscenza del tipo di lavori che sono in corso ma sicuramente non è in programma la soluzione dell'abbattimento delle barriere architettoniche". Ad intervenire sulla chiusura e le condizioni dell'ufficio postale è il consigliere comunale del Partito Democratico Marco Biondi.
"L'attuale sede delle Poste, oltre a mancare di un parcheggio limitrofo, è inaccessibile a qualsiasi tipo di disabilità essendoci degli scalini fra il marciapiede e l'ingresso - afferma Biondi - andrebbe certamente individuata una sede postale più idonea per la fruizione di tutti i cittadini che ne utilizzano i servizi. L’attuale sede risulta compromessa dal traffico e dalla sosta, da anni come PD chiediamo un suo spostamento all’interno del quartiere di Riglione. A suo tempo venne proposto di collocare l'ufficio postale nei locali del palazzo, tutt'ora chiuso in Via Marsala o in Piazza della Fornace. In ogni caso l'attuale collocazione è sbagliata per le barriere architettoniche e per l'assoluta mancanza di posti per la sosta che determinano, in quel tratto di Via Fiorentina, un sistematico congestionamento a causa della sosta abusiva che determina elementi di pericolosità soprattutto per i pedoni e le biciclette".  
"Contiamo che i lavori terminino il prima possibile in modo da riaprire al pubblico la sede e rendere accessibili i servizi ai cittadini - conclude Biondi - per il futuro bisogna cercare di individuare una collocazione più idonea in grado di rispettare i diritti di tutti gli utenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Toscana zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 16 gennaio

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Emergenza, ipotesi divieto di asporto dopo le 18 per i bar: "E' tempo di disobbedire"

  • Addio a Merlino, l'alano pisano star dei social

  • Coronavirus in Toscana: sono 436 i nuovi casi positivi

Torna su
PisaToday è in caricamento