Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Stalli blu, il Comune fa il punto: è ‘scontro’ in Consiglio

Incasso di 600mila euro. Botta e risposta tra l'assessore Forte e il consigliere Nerini (Nap). Forte: "Indubbi benefici su traffico e sosta". Nerini: "Si è pensato solo a fare cassa ed è mancata la partecipazione"

Foto d'archivio

Circa 600mila euro di incasso contro i 300mila dello scorso anno e più di 6.300 sanzioni. Ma anche un aumento del numero di utenti che hanno utilizzato il servizio di trasporto pubblico per raggiungere il litorale, con circa 15mila biglietti dell'autobus in più staccati dalla Ctt rispetto alla scorsa estate, anche grazie ai nuovi servizi attivati in collaborazione con il Comune. Sono alcuni dei numeri emersi ieri, giovedì 10 novembre, in Consiglio Comunale e riguardanti l'attivazione degli stalli blu sul litorale nel periodo estivo. A riferirli l'assessore alla Mobilità Giuseppe Forte, rispondendo ad un'interrogazione del capogruppo di Nap Maurizio Nerini.

L'incasso derivante dagli stalli blu è cresciuto soprattutto a Marina di Pisa. "Rispetto allo scorso anno - ha riferito Forte - si è passati da un incasso di 37mila euro a 226mila euro. A Tirrenia l'incasso dello scorso anno è stato di 100mila euro, quest'anno di 130mila, sulla litoranea si è passati da 87mila a 104mila euro, mentre a Calambrone da 67mila a 144mila euro. Inoltre abbiamo registrato 453 abbonamenti stagionali a prezzo pieno, 400 abbonamenti stagionali scontati per residenti negli altri quartieri del Comune e 753 abbonamenti mensili. Contemporaneamente abbiamo investito 82mila euro per potenziare il servizio bus e incentivarne l’utilizzo con varie facilitazioni, con effetti positivi".

"A questo - ha detto Forte - vanno aggiunti anche gli investimenti fatti per migliorare la mobilità: abbiamo realizzato quattro nuove rotonde per creare la circonvallazione di Tirrenia (350mila euro) e abbiamo asfaltato alcune strade come via Arnino a Marina (30mila euro) e il piazzale davanti alla Stella Maris a Calambrone in via dei Frassini (80mila euro)". Secondo Forte, l'operazione avrebbe insomma portato diversi benefici. "Soprattutto - ha detto l'assessore in Consiglio - si è oggettivamente visto un miglioramento per quanto riguarda la mobilità e il trasporto pubblico. Il provvedimento, ad ogni modo, è nato in seguito a una pressante richiesta arrivava dagli stessi residenti che chiedevano una regolamentazione della sosta selvaggia, e non ha portato né meno auto né meno turisti sul litorale".

Di parere completamente opposto il consigliere di Nap, Maurizio Nerini, secondo cui Forte avrebbe adottato il provvedimento senza consultarsi a dovere con i cittadini. "L'aumento del numero di strisce blu ha avuto conseguenze devastanti - ha detto Nerini - dal punto di vista economico e politico. Anche le dimissioni dei consigilieri dei Ctp sono state la conseguenza della mancanza di partecipazione. L'assessore Forte si è presentato con un piano già fatto, indiscutibile e non modificabile, andando a cozzare contro la volontà della gente. Poi è uscito sulla stampa millantando consensi, riportando però le opinioni solo dei militanti del Pd. La partecipazione è stata completamente calpestata. L'assessore riferisce inoltre che non c'è stato un calo del numero di auto sul litorale, dunque è stato un fallimento visto che il provvedimento era stato presentato come un modo per ridurre il traffico. Insomma si è pensato solo a fare cassa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalli blu, il Comune fa il punto: è ‘scontro’ in Consiglio

PisaToday è in caricamento