Cronaca

Stato e mafia hanno trattato? Il 16 gennaio al Sant'Anna si confrontano le opinioni di penalisti, giornalisti, storici

Incontro promosso dall'Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) e dall'Associazione Allievi, con Giovanni Fiandaca, Salvatore Lupo, Massimo Bordin, Giovannangelo de Francesco, Tullio Padovani, Paolo Pezzino, Gaetana Morgante Stato e mafia hanno trattato? Quali tesi vanno nella direzione di una conferma o quali procedono in direzione contraria, verso una smentita? Proprio alla trattativa fra Stato e mafia è dedicato l'incontro promosso dall'Istituto

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Stato e mafia hanno trattato? Quali tesi vanno nella direzione di una conferma o quali procedono in direzione contraria, verso una smentita? Proprio alla trattativa fra Stato e mafia è dedicato l'incontro promosso dall'Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) della Scuola Superiore Sant'Anna e dall'Associazione Allievi della Scuola Superiore Sant'Anna, in programma per venerdì 16 gennaio, dalle ore 15.00 in aula magna (sede centrale di piazza Martiri della libertà 33, Pisa). Si confronteranno Giovanni Fiandaca, docente di Diritto penale all'Università di Palermo e Salvatore Lupo, che lì insegna Storia contemporanea, autori di "La Mafia non ha vinto" (Laterza, 2013), saggio che propone la teoria "contraria" rispetto alla tesi della trattativa. Con Fiandaca e Lupo dialogheranno Massimo Bordin, giornalista di Radio Radicale; Giovannangelo de Francesco, docente di Diritto penale dell'Università di Pisa; Tullio Padovani, docente di Diritto penale della Scuola Superiore Sant'Anna; Paolo Pezzino, docente di Storia contemporanea dell'Università di Pisa, Gaetana Morgante, docente di diritto penale della Scuola Superiore Sant'Anna, a cui sarà affidato anche il compito di moderare l'incontro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stato e mafia hanno trattato? Il 16 gennaio al Sant'Anna si confrontano le opinioni di penalisti, giornalisti, storici

PisaToday è in caricamento