Cronaca

Maltempo e danni in Toscana: Rossi firma lo stato di emergenza regionale

In questo modo i sindaci potranno avviare gli interventi urgenti per far fronte ai danni e mettere in sicurezza le criticità del territorio. Intanto una vittima in Lucchesia, dove un'auto è stata travolta da un masso

Alberi caduti a Cascina

"Ho firmato lo stato di emergenza regionale per consentire ai sindaci dei Comuni dove si sono registrati danni di avviare gli interventi urgenti e per estendere la mobilitazione della Protezione Civile su tutta la Toscana". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, dopo l'ondata di maltempo che si è abbattuta su gran parte del territorio regionale. I disagi più grandi sono stati provocati dal forte vento che, a partire dalla notte, ha spazzato la Toscana, facendo cadere alberi, tegole e altri materiali e causando ingenti danni. Si registra anche un morto in Lucchesia dove il conducente di una Ford Focus è rimasto vittima di un masso che si è staccato da una parete rocciosa, centrando in pieno la vettura.

"Un vento così forte, con punte fino a 160km/h - prosegue Rossi - non si era mai registrato in Toscana. Ho informato della situazione il Governo e sono in contatto con il sottosegretario Lotti. Dico subito che non è mai stata nostra abitudine gridare al lupo, ma in questa occasione - conclude - per aiutare la Toscana
ad uscire dall'emergenza abbiamo bisogno di un aiuto dallo Stato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo e danni in Toscana: Rossi firma lo stato di emergenza regionale

PisaToday è in caricamento