Cronaca

Stazione Leopolda: "Nessuna vendita, potrà essere aula studio per l'Università"

La vicesindaco di Pisa Raffaella Bonsangue annuncia sconti sui canoni per le associazioni e riferisce circa un accordo in itinere per l'uso dell'immobile

Una riduzione fino al 30% dei canoni di locazione per le associazioni che utilizzano immobili di proprietà comunale per svolgere attività associative. Lo ha deciso la giunta comunale di Pisa, prevedendo in questo modo un "supporto alle associazioni che utilizzano immobili comunali per le loro finalità e che affrontano problemi di liquidità finanziaria a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19". L'amministrazione, nella nota che annuncia il provvedimento, risponde anche alla denuncia di Diritti in Comune circa la 'messa in vendita' della Stazione Leopolda

"Una riduzione - spiega il vicesindaco con delega al Patrimonio Raffaella Bonsangue sullo sconto sui canoni - per venire incontro alle associazioni pisane che hanno risentito dell’emergenza sanitaria, che sta incidendo negativamente sull’intero tessuto economico e sociale locale. Rientra tra gli immobili che godranno della riduzione anche la Stazione Leopolda - prosegue - che, come amministrazione, abbiamo inserito nel piano delle valorizzazioni, non certo in quelle delle alienazioni. Il che significa che non abbiamo alcuna intenzione di vendere la Stazione, ma piuttosto di valorizzala. Non a caso stiamo favorendo la conclusione di un accordo perché la Leopolda possa essere utilizzata come aula studio dall’Università di Pisa. In qualità di assessore alla partecipazione, insieme al sindaco, ho certamente a cuore che possano essere garantiti gli spazi alle associazioni perché continuino a svolgere la loro preziosa attività, fondamentale collante del tessuto sociale della nostra comunità cittadina".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione Leopolda: "Nessuna vendita, potrà essere aula studio per l'Università"

PisaToday è in caricamento