Sterilizzazione delle colonie feline: "Volontari lasciati soli a se stessi"

L'associazione A Code Unite chiede l'intervento delle istituzioni: "Una situazione che non possiamo più gestire da soli"

"Nel territorio pisano il randagismo felino è ancora una piaga devastante. Ma i volontari sono lasciati soli". E' la posizione dell'associazione A Code Unite. "Ogni giorno - scrivono in una nota - riceviamo segnalazioni di gattini chiusi in una busta, gattini sul ciglio di una strada, colonie mai censite che straripano di cuccioli e gatte incinte, accumulatori di animali, gente che minaccia di avvelenarli se non gli togli 'il fastidio' dalla vista e ti dice che l'ha anche già fatto in passato. E’ una situazione di fronte alla quale, da soli, non siamo più in grado di farcela".

Secondo l'associazione "alle già non poche difficoltà di gestione di questi casi" si somma "il problema economico delle sterilizzazioni: la ASL da ottobre non garantisce più la prestazione motivandolo col fatto che l'anestetico utilizzato (lo Zoletil) è stato ritirato dal commercio e dall'Ufficio Ambiente del Comune, a cui più volte ci siamo rivolti, non è mai arrivata risposta. Prima, per quanto non fossero comunque sufficienti e in molti casi dovessimo comunque pagarle di tasca nostra, ne venivano garantite almeno due a settimana presso il canile consortile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Comune nelle settimane scorse aveva annunciato come nei prossimi mesi sarebbe partito anche il bando per la sterilizzazione delle colonie feline. Secondo l'associazione, però, "l'assessore, in questi giorni, dice di aver fatto il suo dovere con la costituzione della figura del Garante dei Diritti degli Animali e tanto a suo dire basterebbe per far diventare 'Pisa città amica degli animali'. Ma anche da lui, sull'argomento sterilizzazioni ASL, nemmeno una parola. Non è giusto che i cittadini debbano continuare a pagare per un servizio che non ricevono".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento