Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Stranieri a Pisa: nella nostra Provincia il loro numero sale

Da uno studio pubblicato dalla Fondazione Leone Moressa sono ben cinque i comuni pisani che hanno registrato l'incremento più alto tra il 2010 e il 2011: a Santa Croce l'incidenza maggiore sui residenti

Secondo uno studio della Fondazione Leone Moressa che ha rielaborato dati Istat, in Toscana si contano, al 1° gennaio 2011, 364mila residenti stranieri, di cui il 10% nella provincia pisana (la superano Firenze ed Arezzo). Nella nostra provincia quali sono le etnie più rappresentate? Nell’ordine: Albania (23,4%), Romania (14,6%, con un incremento rispetto al 2005 del 480%), Marocco (10,1%), Senegal (8,4%) e Filippine (4,4%).
La Toscana, insieme ad alcune aree del Nord Italia, si contraddistingue per la sua capacità di attrazione di cittadini stranieri che in questo territorio riescono a trovare un’occupazione e una casa.

Dal momento che la popolazione straniera rispetto a quella italiana è molto più giovane, il 60% ha meno di 34 anni, ciò consente di mantenere bassa l’età media della popolazione residente che altrimenti sarebbe destinata al declino demografico. Il calo della natalità e il progressivo invecchiamento della popolazione viene compensato da una fertilità superiore delle donne di origine straniera e da un afflusso sempre costante di giovani immigrati.

Tra i primi quindici comuni della nostra regione con più di 10mila abitanti, Santa Croce sull’Arno rappresenta quello in cui il numero degli stranieri rispetto al totale dei residenti è più alto (20,3%, 8° comune a livello nazionale), probabilmente per la presenza di possibili sbocchi lavorativi nelle concerie, al 12° posto Pontedera con il 12,7%.
Sempre a Santa Croce sull’Arno, quattro bambini su 10 nello scorso anno sono nati da genitori stranieri.
In Toscana, tra i quindici comuni in cui l’incremento degli stranieri dal 1° gennaio 2010 al 1° gennaio 2011 è stato più elevato, ben cinque appartengono alla nostra provincia: oltre a Santa Croce sull’Arno (+15,5%), troviamo anche Castelfranco di Sotto e Montopoli in Val d’Arno (+12,5%), Cascina (+12%) e in 14ª posizione il capoluogo Pisa (+11,3%), guida la classifica Aulla con il +19,6%.


E' ben evidente dunque che il nostro territorio ha una capacità attrattiva di cittadini stranieri elevata. Ma con la crisi economica in atto il trend continuerà ad essere quello registrato negli ultimi anni?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stranieri a Pisa: nella nostra Provincia il loro numero sale

PisaToday è in caricamento