Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Infrastrutture e sviluppo, Rossi: "Pisa traini l'area costiera"

Il presidente della Regione Toscana in un convegno in città spinge per politiche di area vasta. Il sì di Mazzeo: "Via con treni veloci, Tirrenica a 4 corsie e Piattaforma Europa"

"Alla ripresa, dopo la pausa estiva, si cominci a lavorare per una Conferenza di Area vasta dedicata al tema delle infrastrutture e dei collegamenti, non solo in termini ferroviari o di viabilità, ma di come la realtà dell'Area vasta possa connettersi valorizzando le differenti presenze esistenti al suo interno". Parla di Pisa e del suo sviluppo il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, intervenuto al convegno 'Strategie di crescita' organizzato dal Comune di Pisa e svoltosi alla locale Camera di commercio sui progetti strategici per la città e il suo comprensorio.

Rossi ha lanciato la necessità di pianificazione congiunta, per questo vuole "costituire un gruppo tecnico di lavoro per progettare un programma serio di investimenti" per stabilire una "governance di Area vasta". "Noi, come Regione - ha rivendicato - abbiamo fatto cose importanti su Pisa, dagli investimenti per l'Ospedale a quelli per l'Università e il mondo della ricerca collegato alle imprese. Siamo pronti a fare ancora la nostra parte. Ma bisogna al contempo trovare una sintesi con gli Enti locali interessati, con il Governo, con le organizzazione economiche, per il definitivo passo in avanti".

Una sintesi che non vale solo per il rapporto dei comuni pisani o Firenze, ma con l'area costiera: "La forza di Pisa, oggi, si contrappone alla debolezza di quello che le sta attorno, a cominciare da Livorno, ma anche Massa e Carrara. Il fatto che Pisa, oggi, rappresenti un polo fortissimo per la Toscana costiera, deve diventare elemento di forza anche per altre realtà territoriali".

L'idea piace al presidente della Commissione Costa e consigliere regionale Antonio Mazzeo, che anzi rilancia sulle infrastrutture, come la metropolitana di superficie Livorno-Pisa-Lucca. "Al presidente Rossi rispondo subito volentieri: noi ci siamo e siamo pronti a lavorare da subito, come Commissione Costa, per dar vita e partecipare attivamente alla Conferenza di Area vasta che ha proposto. Del resto è quello che proponiamo da tempo e grazie al lavoro contenuto nel Piano di Sviluppo della Costa, che abbiamo realizzato e consegnato alla giunta in allegato al PRS, non dovrà partire da zero dato che alla base di quel documento c’è proprio la visione di una politica di area vasta costiera. Il rilancio di questo territorio e la possibilità di raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissi di ridurre il gap con la Toscana centrale non può che passare da questa strada. Sono contento che il presidente Rossi abbia fatto propria la nostra richiesta".

Tre punti fondamentali per Mazzeo: "Tempi e risorse certe per il completamento della Tirrenica come strada a 4 corsie, sicura e realizzata in accordo coi territori; piena realizzazione della Piattaforma Europa nel porto di Livorno come da progetto già approvato; velocizzazione e la modernizzazione della tratta ferroviaria che collega Firenze a Pisa e, più in generale, il centro della Toscana con la Costa".

Sempre in tema infrastrutturale Mazzeo ha rilanciato con forza anche il progetto della metropolitana di superficie Livorno-Pisa-Lucca: "Abbiamo la possibilità di sfruttare le infrastrutture ferroviarie esistenti per interconnettere le tre città in modo veloce ed efficiente, coniugando cosi da un lato lo sviluppo economico e turistico e dall’altro la mobilità sostenibile e intermodale. Questo può essere il progetto crucuale per intercettare gli oltre 35 milioni di persone che ogni anno arrivano o transitano in quell’area ma solo in misura marginale, intorno al 10%, si fermano effettivamente sulla costa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infrastrutture e sviluppo, Rossi: "Pisa traini l'area costiera"

PisaToday è in caricamento