Cronaca Centro Storico / Lungarno Mediceo

Stop alla 'sosta selvaggia': a Pisa è tempo dello Street Control

Dopo i buoni risultati conseguiti da Firenze, anche nella città della Torre sarà utilizzato l'apparecchio che consentirà di fotografare auto in doppia fila o parcheggiate sui marciapiedi. Prima area di utilizzo i lungarni

Si chiama Street Control ed è l’ultimo ritrovato della tecnologia per contrastare il fenomeno della 'sosta selvaggia', un apparecchio dotato di videocamera e macchina fotografica che può essere posizionato su qualunque veicolo e capace di scattare direttamente dal mezzo su cui è installato due foto in contemporanea, una d’ambiente che mostra al contempo l’infrazione compiuta e il fatto che nessuno sia all’interno del mezzo, e l’altra specifica sul numero di targa. A Firenze, prima città d’Italia ad adottarlo, lo utilizzano da oltre un anno con risultati decisamente lusinghieri soprattutto per quel che riguarda il contrasto alle doppie file e alle soste sui marciapiede, piste ciclabili e gli attraversamenti pedonali del centro cittadino. "Esattamente il motivo per cui abbiamo deciso di acquistarlo anche noi" ha spiegato l’assessore comunale alla Mobilità David Gay durante il momento pubblico di presentazione del nuovo strumento. "L’investimento - ha proseguito - è stato di circa trentamila euro e lo strumento è stato già installato su uno dei nostri mezzi ed ha cominciato pure a girare per la città. Ancora un paio di giorni di sperimentazione, per familiarizzare i nostri vigili con l’utilizzo del strumento e cominciare ad abituare i cittadini alla sua presenza e poi, subito dopo le festività di Pasqua, lo metteremo pienamente in funzione con l’obiettivo, ovviamente, di far cambiare il più rapidamente possibile alcune delle cattive abitudini degli automobilisti che frequentano la nostra città".

Il vantaggio dello Street Control è duplice: in primo luogo permette di elevare sanzioni più velocemente dato che al vigile non sarà più necessario scendere dall’auto per fare la contravvenzione ma potrà, attraverso il palmare collegato all’apparecchio, inviare le immagini e i dati direttamente alla centrale operativa, la quale, a sua volta, spedirà la multa a casa dell’automobilista tramite la Sepi. E poi la sanzione comminata in questo modo non è contestabile dato che le immagini consentono sia di verificare l’avvenuta infrazione che di risalire al proprietario del veicolo attraverso il numero di targa. Già individuate anche le prime arterie stradali in cui sarà utilizzato: "Soprattutto quelle dove sono più frequenti i fenomeni di cosiddetta 'sosta selvaggia' - sottolinea il comandante della Polizia Municipale Massimo Bortoluzzi - sicuramente partiremo dal quadrilatero dei lungofiume del centro storico e in particolare da Lungarno Mediceo, dove faremo controlli sia di giorno che di sera, soprattutto nei fine settimana. Ma poi prenderemo in considerazione anche le vie Crispi, Croce e Cattaneo, tre strade dove la sosta irregolare e pericolosa è molto frequente soprattutto in orario diurno. E, per l’estate, stiamo valutando di portare questo strumento anche sul Litorale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop alla 'sosta selvaggia': a Pisa è tempo dello Street Control

PisaToday è in caricamento