rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Studente turco espulso, l'appello: "Cerco una posizione di dottorato di ricerca"

Il 25enne, ormai ex studente della Scuola Normale Superiore dopo la sua espulsione dal nostro paese, ha lanciato un appello sul suo blog rivolgendosi a Università e docenti, al fine di poter seguire un nuovo dottorato di ricerca

Si rivolge direttamente a Università e professori Furkah Semih Dundar in una pagina del suo blog. “Sto cercando una posizione di dottorato di ricerca in gravità quantistica - scrive lo studente 25enne espulso a fine dicembre - al momento sono un visitatore in un istituto scientifico per un breve periodo di tempo. Perchè io sarei il loro primo studente internazionale di dottorato".
"A causa dell'incertezza della situazione - prosegue - vorrei invitare Università e docenti a propormi con una posizione coraggiosa una borsa di studio di dottorato. Le proposte da università occidentali sono naturalmente benvenute. Anche se allo stato attuale delle cose non sono in grado di entrare nello spazio Schengen per cinque anni, c'è sempre una possibilità di ottenere permessi speciali dei governi su richiesta delle università".

“Sono pronto ad imparare qualsiasi lingua - scrive ancora - se riesco a trovare un posto per studiare senza essere distratto da varie organizzazioni, come è accaduto in passato, sia in Italia che in Turchia".

Lo studente ha ribadito in alcune mail inviate ai giornali di sentirsi perseguitato e di essere seguito dal servizio segreto turco. Anche in Italia si sentiva controllato. Ma in realtà questa circostanza non è mai stata denunciata dal ragazzo ne’ ha trovato riscontri. Dundar sottolinea come si sia trattato tutto di un equivoco e di essere stato trattato da nemico senza ragione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studente turco espulso, l'appello: "Cerco una posizione di dottorato di ricerca"

PisaToday è in caricamento