Cronaca

Studenti occupano un'aula in zona Polo Piagge: "Mancano spazi sociali"

La stanza dell'Università sarà autogestita durante la giornata e fungerà da ritrovo e aula studio. Per gli studenti "il polo Piagge è un edificio costruito appositamente per non sostare"

Università come spazio sociale. E' questa l'idea di fondo per la quale un gruppo di studenti ha occupato una stanza che si trova fra Economia, Polo Piagge e Agraria, allo scopo di usarlo come luogo d'incontro in vista dell'inverno. Il nome scelto per lo spazio è 'BreakNow': "Abbiamo voluto chiamarlo così - spiegano gli studenti - giocando sul significato della parola Break che ha un duplice significato: fare pausa e rompere gli schemi". 

La critica è rivolta all'organizzazione strutturale e di gestione degli edifici universitari. "Se per un momento ci fermassimo a guardare dall'alto ci accorgeremmo che il polo Piagge è un edificio costruito appositamente per non sostare". Fanno esempi di vita ordinaria i ragazzi: "Se vuoi studiare in compagnia, magari preparare un esame in gruppo, è indispensabile parlare e nelle biblioteche o aule studio è vietato. Non sai dove andare! Molte aule di lezione, che magari restano inutilizzate per qualche ora durante la giornata, rimangono chiuse. Se vuoi mangiare il pranzo che ti sei portato da casa? Perché non hai tempo di andare a mensa, perché non puoi tornare a casa, perché non hai soldi o semplicemente ti sei stancato di mangiare un panino ogni giorno, non sai dove andare. L'inverno sta arrivando e all'aperto non ci si può più stare".

Ecco quindi che "non vogliamo solo attraversarlo il luogo in cui passiamo metà del tempo della nostra giornata, vogliamo anche viverlo. Standoci, prendendocene cura, sentendolo nostro. Siamo studenti che non chiedono niente di trascendentale: uno spazio dove stare quando fuori piove e manca un'ora alla prossima lezione, un posto dove sai che incontrerai facce amiche, un'aula dove puoi decidere tu cosa ti piacerebbe vedere appeso alle pareti. Per anni abbiamo chiesto più spazi per noi all'interno dei poli e la risposta è stata sempre negativa: 'Non ci sono spazi'. Noi sappiamo che non è vero, gli spazi ci sono e ce li riprendiamo".

Indetta quindi per domani mercoledì 16 novembre un'assemblea aperta per decidere della gestione dell'aula. "Invitiamo tutti ad avvicinarsi a BreakNow e a collaborare portando idee su come gestire l'aula, su eventuali iniziative, o semplicemente ad aiutare portando pc, tavoli, sedie, lavagne, caffettiera e chi più ne ha più ne metta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studenti occupano un'aula in zona Polo Piagge: "Mancano spazi sociali"

PisaToday è in caricamento