rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Marina di Pisa

Un altro tassello per il porto turistico: allo Studio Marco Piva la progettazione della prima fase del masterplan

Il piano prevede la realizzazione di una cinquantina di appartamenti e spazi commerciali lungo la banchina sud. "Progetto che sarà in grado di attrarre flussi turistici da tutta Europa"

Sarà lo Studio Marco Piva di Milano ad occuparsi della progettazione dei primi quattro lotti e la revisione del Masterplan di Marina di Pisa, comprendenti circa 50 appartamenti e spazi commerciali lungo la banchina sud del porto turistico. Lo rende noto Marina Development Corporation (MDC), società attiva nello sviluppo di progetti immobiliari ad uso misto ancorati a porti turistici, per il benessere e il tempo libero, che ha appunto selezionato attraverso una gara la realtà milanese.

MDC è advisor del fondo immobiliare 'Pisa in Progress' che il 12 aprile 2021 ha acquisito le aree edificabili circostanti il porto turistico di Marina di Pisa. Per tale area di 160.000 mq (55.000 mq di sul) - per la quale è già stato approvato, nel 2006, il piano di recupero - MDC sarà project and development manager: la società è impegnata nell’aggiornamento del progetto di rigenerazione urbana che, attraverso uno sviluppo immobiliare a destinazione ricettiva, retail e residenziale, ha l'obiettivo di essere volano per il rilancio del litorale pisano.
Lo Studio Marco Piva è impegnato nello sviluppo del progetto che assume valore strategico per l’intero territorio che gravita attorno alla foce dell’Arno. "In particolare - si legge in una nota - l’obiettivo è quello di definire un nuovo contesto residenziale, alberghiero e culturale capace di saldarsi agli importanti elementi ambientali che vi gravitano: il fiume con la sua millenaria storia, la città di Pisa e il suo legame con il mare, le foreste e i boschi litoranei, ambienti da proteggere e al contempo scoprire in un rinnovato ed equilibrato rapporto con la natura e infine il paesaggio con la spettacolare presenza delle Alpi Apuane. Marina di Pisa potrà arricchirsi di nuove funzioni utili ai cittadini residenti e ai turisti italiani e stranieri che vorranno godere delle opportunità offerte da questo tratto davvero unico del litorale tirrenico".

"Il progetto quindi, anche grazie alla sua prossimità a luoghi celebri in tutto il mondo, al centro di Pisa e all’Aeroporto internazionale, intende creare sinergie col porto attraverso lo sviluppo di un’importante struttura alberghiera dotata di centro convegni e spa, una componente residenziale che sarà prevalente (70% delle volumetrie totali) come da Piano di Recupero già approvato - proseguono da MDC - inoltre, al piano strada lungo le banchine sarà prevista una galleria commerciale per il tempo libero e servizi alla nautica. La progettazione degli spazi verdi sarà centrale e grande attenzione sarà posta all’integrazione con il vicino parco naturale così come sarà incoraggiata la mobilità sostenibile attraverso la creazione di percorsi ciclopedonali collegati alla vicina pista ciclabile".

”Marina di Pisa e il suo porto sono una destinazione dalle grandi opportunità di rilancio per il litorale pisano - afferma Giuseppe Noto, amministratore delegato di MDC - il progetto di rigenerazione sarà in grado di attrarre flussi turistici da tutta Europa oltre ad offrire soluzioni abitative che rispondano ai requisiti odierni. Una destinazione che abbia i tratti di un resort urbano per il tempo libero e per l’abitare, attraverso il giusto equilibrio tra le funzioni ricettive, le residenze primarie e gli spazi commerciali in grado di mantenere la vivacità del luogo tutto l’anno”.
“Questo progetto è per il mio studio una grande sfida e un’opportunità per proseguire nel nostro percorso di ricerca teso alla riqualificazione dei waterfront italiani, luoghi di inestimabile valore strategico, luoghi in cui è necessario e possibile creare la fusione armonica di funzioni residenziali, ricettive e di servizio all’intera comunità con l’indispensabile equilibrata saldatura con il contesto naturale e paesaggistico - sottolinea Marco Piva, architetto e designer, founder dell'omonimo studio - il progetto proporrà quindi un linguaggio architettonico in cui gli edifici si stempereranno in una nuova sostenibile visione di paesaggio litoraneo in armonia con il contesto territoriale".

A metà 2022 Marina Development Corporation depositerà il permesso di costruire per i primi cinquanta appartamenti e spazi commerciali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un altro tassello per il porto turistico: allo Studio Marco Piva la progettazione della prima fase del masterplan

PisaToday è in caricamento