Cronaca

Santa Maria a Monte, presunto stupro in villa: i due giovani restano agli arresti domiciliari

Rigettata l'istanza di scarcerazione dei legali dei due ragazzi della Valdera, che quindi restano confinati agli arresti domiciliari. Secondo i giudici nulla è cambiato rispetto circa un anno fa, rimanendo intatta l'esigenza della custodia

Rimangono i gravi indizi di colpevolezza e le esigenze cautelari, per cui i due ragazzi della Valdera accusati di stupro restano agli arresti domiciliari. E' stata questa la decisione del collegio dei giudici del Tribunale di Pisa di stamani, dopo aver esaminato la richiesta di scarcerazione dei legali.

Istanza respinta, nonostante la buona condotta, l'essere incensurati e il non riscontro di un comportamento seriale. Dopo oltre un anno da quella notte del primo luglio 2014 i due giovani restano confinati in attesa delle nuove udienze. La prossima è fissata per il 14 settembre, data in cui verrà sentito anche il medico che visitò la presunta vittima di stupro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Maria a Monte, presunto stupro in villa: i due giovani restano agli arresti domiciliari

PisaToday è in caricamento