Cronaca

Stupro in villa a Santa Maria a Monte: parla la testimone oculare

Nuova udienza per il processo a carico di due giovani ragazzi della Valdera, accusati di aver abusato sessualmente di una ragazza dopo averla drogata. Sentita in aula l'amica che quella sera aveva accompagnato ed aiutato la presunta vittima

Riparte il processo a carico di due giovani della Valdera che, secondo l'accusa, ad una festa del luglio 2014 a Santa Maria a Monte avrebbero prima drogato e poi violentato una coetanea. Ad essere sentita è l'unica testimone oculare, un'amica della presunta vittima che avrebbe seguito da vicino le vicissitudini di quella sera.

Secondo quanto riferisce in aula erano loro 4 a bere nella vasca idromassaggio, zona dove gli inquirenti durante le indagini avrebbero poi trovato alcune bottiglie con tracce di Ghb, la cosiddetta 'droga dello stupro'. La vittima non ricorda niente, così è la testimone a riferire dei rapporti sessuali consumati dall'amica con i due ragazzi. Poi la caduta e la preoccupazione, con la giovane priva di sensi ed il successivo viaggio di ritorno a casa in auto, con vomito e stato di semi-coscienza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupro in villa a Santa Maria a Monte: parla la testimone oculare

PisaToday è in caricamento