Coronavirus: 7 tablet regalati agli ospedali di Pontedera, Volterra e Livorno

La Faro onlus ha destinato tre dispositivi alle città pisane, saranno utili per mantenere i contatti fra i pazienti ed i familiari

In foto i tablet donati a Pontedera con il dott. Luca Nardi

La Faro onlus (Fondazione per le Attività di Ricerca in Oncologia), attiva da anni soprattutto sul territorio della Valdera e su i due presidi ospedalieri di Pontedera e Volterra, ha donato 7 tablet all’Azienda Usl Toscana nord ovest che sono stati destinati agli ospedali di Livorno (4), Pontedera (2) e Volterra (1).

I dispositivi sono stati messi a disposizione a Livorno dei reparti di Medicina/Pneumologia, Malattie Infettive, Rianimazione/Subintensiva e alle Medicine di Pontedera (Covid) e Volterra (No Covid). Saranno utilizzati principalmente per mantenere i contatti fra i pazienti ricoverati, soprattutto affetti da Coronavirus, e le famiglie che, in questo periodo, non possono andare a trovarli.

"In questo momento così complesso e che mette in discussione tutte le modalità tradizionali di comunicazione - fanno sapere Luca Carneglia e Luca Nardi, direttori rispettivamente dei presidi ospedalieri di Livorno e Pontedera/Volterra - avere a disposizione strumenti che consentono una comunicazione il più possibile di 'vicinanza' diventa un dono prezioso. Molte persone ci hanno segnalato la grande e, per certi versi inevitabile, solitudine alla quale sono costretti i malati di Coronavirus. I contatti con l’esterno possono così essere mantenuti con i tablet donati attraverso i quali poter rivedere non solo i familiari, ma anche la propria abitazione e sentirsi un po’ più a casa. Sembrano piccole attenzioni, ma in realtà permettono di dare un sostegno piscologico importante che aiuta molto nel percorso di guarigione. Grazie quindi alla Faro onlus, a nome dei nostri operatori e dei tanti pazienti che ne beneficeranno, per la sensibilità dimostrata anche in questa occasione".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Toscana zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 16 gennaio

  • Bonus mobili 2021, come ottenere le detrazioni: i requisiti

  • Coronavirus in Toscana: 379 nuovi casi positivi

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Pisa S.C., vicina la svolta: il magnate russo Knaster vuole acquistare il club

Torna su
PisaToday è in caricamento