Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Società della Salute, tagli ai servizi: "Non ci saranno se i Comuni pagheranno"

La presidente della Sds Sandra Capuzzi spiega che "i sindaci delle amministrazioni che ancora non hanno approvato il bilancio ci hanno detto di volersi muovere nella stessa direzione di Pisa"

"Pisa ha già fatto pienamente il suo dovere con il bilancio di fine dicembre riconfermando per intero la quota di trasferimenti alla Società della Salute, e dai colloqui con i sindaci che stiamo avendo in queste settimane anche gli altri otto comuni, che ancora non hanno approvato tale atto, si stanno orientando nella stessa direzione: se sarà così è sicuro che non ci saranno riduzioni di spesa".

Queste la parole dell'assessore e presidente della Società della Salute della Zona Pisana Sandra Capuzzi, intervenuta nel pomeriggio in Consiglio comunale a Pisa, in risposta ad un question time della consigliera Simonetta Ghezzani.

"La riduzione delle risorse prevista con la delibera approvata a fine marzo - continua - che comunque non tocca assolutamente i servizi essenziali, è provvisoria e si è resa necessaria perché la SdS è tenuta ad approvare il bilancio entro fine anno mentre i comuni soci, cui è consentito andare in regime di proroga, ancora non lo hanno fatto".

Una questione quindi più tecnica che sostanziale secondo la Capuzzi, ma servono le dovute certezze: "Avevamo detto a fine dicembre che se i comuni avessero riconfermato le stesse risorse degli anni scorsi non ci sarebbero stati tagli e così sarà: Pisa ha già fatto la sua parte e se nelle prossime settimane faranno lo stesso anche gli enti locali, faremo una nuova variazione di bilancio che annullerà la riduzione resasi necessaria qualche giorno fa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Società della Salute, tagli ai servizi: "Non ci saranno se i Comuni pagheranno"

PisaToday è in caricamento