Cronaca

Castelfranco: per il 2017 tariffe Tari bloccate e più investimenti

L'acconto per la tassa sui rifiuti va pagato entro il 30 marzo. Novità sul servizio porta a porta: l'organico sarà ritirato una volta in più nel periodo estivo

E' in corso di distribuzione nelle case dei cittadini castelfranchesi la lettera che informa sul prossimo acconto della Tari 2017 da pagare entro il 30 marzo, ma senza rincari: la tariffa è rimasta la stessa dello scorso anno. Il Comune di Castelfranco di Sotto ha infatti confermato, senza alcun aumento, la medesima spesa per la tassa per la raccolta e smaltimento dei rifiuti, con però previste importanti novità.

Nel periodo estivo (giugno, luglio e agosto) verrà ripristinato il terzo passaggio del ritiro porta a porta dell'organico il mercoledì. In questi tre mesi il ritiro della carta sarà spostata al sabato. Sono poi confermate tutte le agevolazioni e gli sconti sulla Tari derivanti dall'utilizzo del bio-composter per il compostaggio domestico e dall'adozione delle aree verdi pubbliche.

Il Comune ha inoltre incrementato le risorse destinate al contrasto del fenomeno delle discariche abusive, impiegando una parte dei propri fondi per provvedere alla rimozione dei rifiuti abbandonati. 

L'Amministrazione ha in previsione l'acquisto di nuovi mezzi ecologici a servizio degli operatori esterni comunali. Durante il 2016 si è deciso di ampliare i giorni e l’orario di apertura delle Stazione Ecologiche di Castelfranco ed Orentano, con i nuovi orari sono pubblicati sul sito web del Comune di Castelfranco di Sotto oppure presso l'URP o alla Palazzina di Orentano.

"Tutte queste implementazioni - spiega il sindaco Gabriele Toti - vengono fatte grazie ad un'attenta supervisione della spesa da parte dell'amministrazione comunale. Abbiamo scelto di fare un ulteriore investimento per confermare il nostro primato nella raccolta differenziata dei rifiuti. L'anno scorso abbiamo infatti raggiunto quota 80%, un grande traguardo per il quale dobbiamo ringraziare la proficua collaborazione di tutta la cittadinanza".

"Un altro importante traguardo raggiunto dal nostro Comune - aggiunge l'assessore all'ambiente Federico Grossi - riguarda i pagamenti arretrati della Tari. Nell'ultimo anno abbiamo provveduto all'accertamento e al sollecito del mancato saldo dell’imposta sui rifiuti senza applicare interessi. Questo risultato è stato possibile attraverso un'attenta supervisione sui mancati compensi e un lavoro di comunicazione capillare per recuperare gli arretrati senza dover ricorrere a more aggiuntive".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco: per il 2017 tariffe Tari bloccate e più investimenti

PisaToday è in caricamento