Cronaca

Valdarno Inferiore: la scuola si ridisegna nel Comprensorio del Cuoio

Intesa fra Provincia di Pisa e Comuni per il riassetto della scuola superiore secondo criteri ottimali di dislocazione dei plessi, dimensionamento degli istituti e stabilità dell'insegnamento

Nasce il “laboratorio” in cui prenderà corpo il futuro assetto del sistema della scuola superiore nel Valdarno Inferiore. L’incarico è stato assegnato a un Tavolo tecnico-politico, istituito attraverso un protocollo d’intesa firmato questa mattina dai vertici degli enti locali promotori dell’iniziativa: la Provincia di Pisa, con il presidente Andrea Pieroni e l’assessore all’istruzione Miriam Celoni; e i quattro comuni dell’area, ciascuno con un proprio assessore: Isa Vanni (Castelfranco), Sara Matteoli (Montopoli), Chiara Rossi (San Miniato), Mariangela Bucci (Santa Croce).

“L’obiettivo che ci si è dati - spiegano - è prioritario per il futuro dell’offerta formativa locale: approfondirne la situazione attuale, con punti di forza e criticità; e poi definirne, entro luglio, un progetto di riordino ottimale, da rendere operativo con l’annualità 2013-14”. In particolare le ‘voci’ su cui lavorare saranno la tipologia dell’offerta formativa, il dimensionamento degli istituti e la loro dislocazione territoriale. Ovvero gli elementi determinanti per elaborare un disegno complessivo che risponda al meglio alle esigenze di funzionalità della collocazione dei plessi scolastici, di stabilità dell’insegnamento, di adeguatezza della didattica rispetto sia alle richieste di studenti e famiglie, sia alle caratteristiche socioeconomiche del tessuto locale.

Il Tavolo sarà composto dai quattro sindaci del Comprensorio: Umberto Marvogli (Castelfranco), Alessandra Vivaldi (Montopoli), Vittorio Gabbanini (San Miniato), Osvaldo Ciaponi (Santa Croce); dall’assessore provinciale Celoni e dal collega allo sviluppo economico Graziano Turini, affiancati dai rispettivi dirigenti di settore; dal responsabile dell’Osservatorio Scolastico, Rino Picchi. Peraltro i Comuni potranno far intervenire alle riunioni i tecnici delle proprie amministrazioni individuati in base all’argomento affrontato di volta in volta; e svolgeranno opportune consultazioni anche con i soggetti sociali dei loro territori interessati alle tematiche analizzate dal Tavolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valdarno Inferiore: la scuola si ridisegna nel Comprensorio del Cuoio

PisaToday è in caricamento