Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Lavoro, Teatro di Cascina: raccolta firme per un confronto pubblico

I lavoratori a rischio licenziamento consegneranno in Comune la richiesta per aprire il dibattito sulla gestione del teatro alla città

"Noi ?lavoratori della Città del Teatro in lotta siamo ancora qui, decisi nel chiedere un confronto sulla gestione della Città del Teatro, un teatro finanziato con soldi pubblici!". Un nuovo appello all'azione viene lanciato dagli operatori della cultura a rischio licenziamento, destinataria l'amministrazione comunale di Cascina. In settimana verrà consegnato all'Ufficio Protocollo del Comune la raccolta di firme fatta per chiedere un confronto pubblico sulla gestione del teatro. 

"Il piano di rientro presentato dal Presidente della Città del Teatro - scrivono i lavoratori - che prevede licenziamenti e esternalizzazioni è definito aleatorio dallo stesso sindaco revisore dei conti. Ciononostante si continua a blindare questa manovra e a negare ogni trasparenza".

"Alla nostra mobilitazione - denunciano - contro una politica di licenziamenti e di gestione clientelare e nepotistica di un bene pubblico il Presidente, con l'appoggio del sindaco, ha risposto con provvedimenti disciplinari nei confronti del personale organico, e con l'allontanamento di chi lavorava con contratto a giornata o contratto stagionale. Ciò che ci viene implicitamente richiesto è di rinunciare alla libertà di opinione per poter lavorare in questo teatro".

L'invito è ancora quello di firmare per "appoggiare la richiesta di un dibattito presso La Città del Teatro che veda presenti Sindaco, Consiglio d'Amministrazione della Fondazione, Dirigenze del teatro, lavoratori e sindacati, aperto a tutta la cittadinanza. Perché democrazia e partecipazione non siano parole vuote per slogan senza senso!".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, Teatro di Cascina: raccolta firme per un confronto pubblico

PisaToday è in caricamento