Ponte di Mezzo, 17enne tenta di rapinare un bengalese: botte anche ai Carabinieri

Il giovane ha intimato al titolare di un minimarket di consegnargli l'incasso, poi è scattata la violenza. Le grida hanno attirato una pattuglia dell'Arma. Ferito anche un Carabiniere. L'aggressore si era allontanato da un centro di accoglienza di Bologna

Prima l'approccio su Ponte di Mezzo poi la tentata rapina. E' successo l'altra notte in pieno centro a Pisa. La vittima dell'episodio è un bengalese di 37 anni, titolare di un minimarket di Piazza delle Vettovaglie, al rientro dopo una giornata di lavoro. Durante il tragitto, a due passi da Corso Italia, si imbatte in un tunisino che inizia ad approcciarlo con scuse banali ed infine pretende di essere ospitato in casa del bengalese per trascorrere la notte: ovviamente quest’ultimo rifiuta tentando di allontanarsi ma a quel punto il tunisino intima di consegnargli tutti i soldi e lo minaccia dicendo di avere una pistola in tasca. Il bengalese prova a scappare ma viene inseguito dal tunisino che sotto Logge di Banchi lo aggredisce colpendolo più volte.

Le grida di aiuto attirano l’attenzione di una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri che si trova nelle vicinanze, dopo aver sventato il tentativo di furto di un ciclomotore ad opera di un altro nordafricano, datosi alla fuga.

L’intervento dei militari è praticamente immediato: ne nasce una violenta colluttazione. Un giovane Carabiniere viene colpito da un pugno allo zigomo. Vengono chiesti rinforzi: sopraggiunge poco dopo in aiuto una Volante della Polizia. Nel frattempo i militari, con grandissima difficoltà, riescono ad ammanettare il tunisino e a farlo salire in macchina. Il giovane con ripetuti colpi infrange il vetro posteriore destro del mezzo e ne divelte lo sportello.

Portato in caserma, quattro carabinieri, sempre con grande difficoltà, lo sottopongono a foto segnalamento. Ha 17 anni ed è ospite di un centro di accoglienza di Bologna dal quale si è allontanato.
Sopraggiunge anche personale del 118 alla vista del quale il giovane si agita nuovamente e comincia a insultare gli infermieri e sputargli al viso fino a quando non riescono a sedarlo.

Viene avvisato il pubblico ministero presso il tribunale dei minori di Firenze, il quale dispone la custodia cautelare nel carcere minorile fiorentino.

Il Carabiniere colpito se la caverà con 5 giorni e la contusione dello zigomo; il bengalese viene dimesso con 10 giorni di prognosi e la frattura del setto nasale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al tunisino vengono contestati i reati di tentata rapina aggravata dalla minaccia di detenere un’arma, lesioni, violenza e resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Meteo, il gran caldo ha i giorni contati: torna il maltempo

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus in Toscana: 4 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento