Cronaca

Tentano la rapina in tabaccheria: il titolare li mette in fuga

Agli arresti domiciliari sono finiti due uomini residenti a San Miniato che avevano tentato il colpo in un negozio di Empoli, minacciando il proprietario con una pistola giocattolo. Un Carabiniere libero dal servizio assiste alla fuga

Avevano tentato questa mattina intorno alle 12,30 una rapina alla tabaccheria 'Fumo e Profumo' di via Carraia a Empoli, ma avevano fatto male i conti e si sono trovati di fronte all'energica reazione del proprietario del negozio. In manette sono finiti due italiani di 30 e 38 anni residenti a San Miniato.

La tentata rapina era stata pianificata ed eseguita dai due malviventi con un modus operandi ormai consolidato, ossia un esecutore materiale che irrompe nell’esercizio commerciale, in questo caso anche armato di una pistola poi risultata essere giocattolo, e l’altro che faceva da 'palo' ed 'autista' che attendeva il complice fuori, a pochi metri dalla tabaccheria a bordo di una Volkswagen Golf.

Stavolta però qualcosa è andato storto, il malvivente entrato nella tabaccheria è stato messo in fuga dal titolare, mentre un maresciallo dei Carabinieri del Comando Provinciale CC di Prato, libero dal servizio, transitando lì davanti, ha assistito alla scena. Così i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri di Empoli, dopo una breve attività investigativa, sono riusciti a risalire ai due colpevoli. Sulla Golf sono stati ritrovati un passamontagna, un cappellino ed un cacciavite, mentre è stata recuperata anche la pistola giocattolo nascosta in una siepe a bordo strada nei pressi della tabaccheria.

Per uno dei due si tratta di recidiva: era infatti già stato arrestato per un reato analogo a San Felice a Circeo nel 2009.
I due attenderanno il processo agli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano la rapina in tabaccheria: il titolare li mette in fuga

PisaToday è in caricamento