Vecchiano: sente un rumore fuori casa e trova il ladro in giardino

E' successo la sera di venerdì a Nodica. Il malvivente, giovane e prestante, era armato di cacciavite. Una volta scoperto ha avuto una colluttazione con il proprietario ed è scappato

Faccia a faccia con un maleintenzionato, armato di cacciavite. E' quello che è successo ad un 60enne di Nodica, nel Comune di Vecchiano, che nella serata di ieri 3 aprile si è trovato di fronte quello che presumibilmente era un ladro. Di certo, non un ospite gradito. C'è stata anche una breve colluttazione, con il padrone di casa che ha riportato lievi contusioni ed abrasioni. Nulla di grave, per fortuna. 

E' successo intorno alle 21.30, come ricostruito dalla denuncia sporta questa mattina ai Carabinieri. Il 60enne, in compagnia della moglie, ha sentito un rumore provenire da fuori dalla porta di casa, al primo piano di una piccola palazzina. Così è andato a controllare. Appena uscito ha notato una figura in penombra allontanarsi, così ha proseguito la ricerca. Nell'area fuori, dietro la macchina parcheggiata, ha trovato il malvivente rannicchiato nel tentativo di nascondersi.

Alle inevitabili domande su chi fosse e cosa volesse il malvivente ha reagito aggredendo il 60enne. La vittima si è difesa usando anche una sedia da giardino, tirata contro il malvivente. Il trambusto ha attirato l'attenzione dei vicini e alla fine il presunto ladro è scappato a piedi. I Carabinieri hanno avviato le indagini, sequestrando il cacciavite lasciato sul posto dal fuggitivo. Secondo le testimonianze il ladro, che ha agito con un cappuccio, era un ragazzo alto e prestante, sulla 30ina. 

Ha commentato l'accaduto il sindaco di Vecchiano Massimiliano Angori: "Appena appresa la notizia - scrive su Facebook - mi sono recato personalmente sul posto, anche per esprimere vicinanza e solidarietà al cittadino che è rimasto ferito nella colluttazione, e ai suoi familiari, comprensibilmente spaventati. E, contestualmente, mi sono immediatamente messo in contatto con il comandante della stazione dei Carabinieri di Migliarino. Ringrazio l'Arma per l'intervento, e per l'impegno profuso nel dare la caccia al delinquente, con la certezza che sarà fatto di tutto per assicurarlo alla giustizia, anche attraverso i controlli in essere sul territorio per far rispettare le norme di contrasto al contagio da Covid-19. Da parte nostra, non abbasseremo la guardia sul controllo del territorio, attraverso azioni in consueta sinergia con le istituzioni cittadine, la Prefettura e la Questura pisana".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

Torna su
PisaToday è in caricamento