Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Terremoto Centro Italia: la Colonna mobile toscana è ad Amatrice

Oltre cinquecento i posti letto messi a disposizione dalla Protezione Civile regionale. Intanto anche Acque spa è pronta a dare una mano

La Colonna mobile della Toscana ad Amatrice

Arrivata a Rieti nella tarda serata di ieri, la Colonna mobile della Protezione Civile regionale, accompagnata dall'assessore all'Ambiente Federica Fratoni, è stata raggiunta alle 4 di notte dalle 130 persone e dai 50 mezzi messi a disposizione dalla sanità toscana.

I tecnici della Regione Toscana, in accordo con la Protezione Civile nazionale, stanno compiendo ancora sopralluoghi nei pressi di Amatrice - dove si registra il maggior numero di persone sfollate - per individuare l'area migliore dove poter allestire il campo di accoglienza.

La Colonna mobile è composta da otto operatori della Protezione civile toscana, 230 volontari e 79 mezzi, compresi i volontari e i mezzi della componente sanitaria. Le tende messe a disposizione saranno in tutto 65: una da 100 posti e 64 da otto posti ciascuna, per un totale di 512 posti.
Sarà allestito un modulo ristoro ed una cucina da campo, 5 bagni di cui uno per disabili oltre cisterne gasolio, un modulo officina, un modulo di documentazione e un modulo segreteria.
 

QUI GLI AGGIORNAMENTI SULL'IMPEGNO DELLA TOSCANA A SOSTEGNO DELLE POPOLAZIONI COLPITE DAL SISMA

ACQUE SPA. Nel frattempo, tutte le aziende toscane che si occupano di servizi pubblici, tramite il presidente di Confservizi Cispel Toscana, Alfredo De Girolamo, hanno offerto la disponibilità all’Ufficio Protezione Civile regionale per fornire supporto e assistenza tecnica presso le zone colpite dal terremoto. Oltre a questo, il presidente di Acque SpA, Giuseppe Sardu, si è messo in contatto telefonicamente con il prefetto di Pisa, allo scopo di informarlo circa la disponibilità del Gruppo Acque nel fornire materiale, supporto tecnico/logistico e personale qualificato. Abbiamo provveduto a inviare un’analoga comunicazione alla Protezione Civile. Al momento rimaniamo in attesa di ulteriori informazioni da parte degli enti che stanno organizzando la macchina dei soccorsi per capire come il Gruppo Acque potrà fornire un aiuto concreto alle popolazioni colpite da questa tragedia. Intanto, il presidente Sardu ringrazia tutti coloro (e non sono pochi) che da subito, all’interno dell’Azienda, hanno offerto la propria disponibilità a partecipare a eventuali missioni nel Centro Italia già a partire dai prossimi giorni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto Centro Italia: la Colonna mobile toscana è ad Amatrice

PisaToday è in caricamento