rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

Giovani e agricoltura: 116 ettari in vendita nel pisano con la 'Banca delle Terre'

I terreni si trovano tra Casciana, Montecatini Val di Cecina, San Giuliano Terme e Santa Luce. Base d'asta complessiva quasi 1 milione di euro

Banca delle Terre: 116 ettari di proprietà di Ismea in vendita nel pisano tra Casciana, Montecatini Val di Cecina, San Giuliano Terme e Santa Luce per continuare a spingere il ricambio generazionale, favorire l’occupazione e l’innovazione nelle campagne. Valore d’asta complessivo poco meno di 1 milione di euro.

Ad annunciarlo è Coldiretti Pisa: "La disponibilità fondiaria è il muro più grande per chi vuole avviare un’attività agricola, e lo è soprattutto per i molti giovani senza una storia agricola alle spalle che quotidianamente si interfacciano con le nostre strutture, su tutto il territorio regionale, alla ricerca di terreni, finanziamenti, opportunità e consigli per sviluppare i loro progetti imprenditoriali". Fabrizio Filippi, presidente Coldiretti Pisa nonché presidente Coldiretti Toscana, spiega: "Partire da zero, senza la disponibilità di terreno, è molto più complicato. Con il quinto bando di Ismea potrebbero nascere, nella nostra regione, 43 aziende agricole di cui 4 nel pisano".

I quattro lotti si trovano a Casciana, quasi 35 ettari con base d’asta 237mila euro, Montecatini Val di Cecina con 63 ettari e base d’asta 225mila euro, San Giuliano Terme 10 ettari e 249mila euro, Santa Luce 7,7 ettari per 170mila euro di prezzo di partenza. Per incoraggiare i giovani ad inseguire il loro sogno la Banca delle Terre, instituita con la legge n.154 del 28 luglio 2016 per agevolare proprio l’incontro tra domanda e offerta di terra, consente la possibilità di pagare il prezzo del terreno ratealmente per un periodo massimo di 30 anni. "Dalla Banca delle Terre - conclude Filippi - ci aspettiamo una nuova ed ulteriore spinta al processo di ricambio generazionale che è già in atto nelle nostre campagne".

Per presentare le manifestazioni di interesse per la quinta edizione della Banca delle Terre Agricole c’è tempo fino alla mezzanotte del 5 giugno 2022. Il bando è stato aperto il 7 marzo. Dopo l’invio della manifestazione di interesse, che avviene secondo una procedura guidata step by step dall’applicativo, si può partecipare alla procedura di vendita, presentando una propria offerta economica. Per i terreni che non sono al primo tentativo di vendita è prevista la possibilità di effettuare offerte anche al ribasso, per un massimo del 25% del valore a base d’asta per i terreni al secondo e terzo tentativo e del 35% per quelli al quarto incanto. Sul sito è possibile consultare le modalità di partecipazione, le caratteristiche dei terreni ed inviare le manifestazioni di interesse.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani e agricoltura: 116 ettari in vendita nel pisano con la 'Banca delle Terre'

PisaToday è in caricamento