rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Rivoluzione ticket in Toscana: da oggi in vigore i pagamenti in base al reddito

I ticket saranno applicati sia per le prestazioni specialistiche sia per la farmaceutica: ecco tutte le fasce di reddito per capire quanto ci sarà da pagare. Esenti i redditi inferiori a 36.151,98 euro

E' arrivato il fatidico giorno, il ticket-day potremmo quasi chiamarlo. Sì perchè da oggi scattano in Toscana i ticket sanitari basati sul reddito per le prestazioni specialistiche (visite ed esami) e per la farmaceutica.

l ticket aggiuntivi, sia sulla specialistica ambulatoriale che sui farmaci, saranno così modulati in base al reddito familiare fiscale o, in alternativa, all’indicatore ISEE. La modalità di autocertificazione del reddito nel caso dei farmaci, avviene attraverso l’inserimento di codici specifici nella ricetta stessa (a seconda che si tratti di esenzione oppure di appartenenza ad una fascia di reddito, sia familiare che equivalente ISEE) e con la firma dell’utente in uno spazio apposito.

Per la specialistica ambulatoriale invece il cittadino deve compilare e sottoscrivere una dichiarazione , dove indica la fascia di reddito a cui appartiene, oppure un’attestazione con cui presenta, qualora la possieda, l’attestazione ISEE. La Regione, appena avrà adeguato i propri sistemi informativi, conta entro i primi di settembre di poter utilizzare lo stesso sistema di autocertificazione previsto per i farmaci anche per le prestazioni specialistiche ambulatoriali.

Il reddito familiare fiscale è quello complessivo lordo risultante dalla dichiarazione dei redditi, pari al cumulo dei redditi del dichiarante, del coniuge non legalmente separato e dei familiari a carico, al lordo degli oneri deducibili (abitazione principale, detrazioni fiscali da lavoro e quelle per carichi di famiglia). L’autocertificazione è sottoposta ad accertamento. Chi evade il ticket in base a dichiarazione non veritiera subirà il recupero degli importi non pagati per le prestazioni erogate e la trasmissione degli atti all’autorità giudiziaria per le sanzioni previste.


Ecco gli importi dei ticket da pagare in base al reddito.

Ticket sui farmaci
Oltre alle categorie esenti, restano esclusi dal pagamento tutti coloro con reddito inferiore a 36.151,98 euro (autocertificato o ISEE). Queste le fasce e il ticket corrispondente:

  • da 36.151,98 a 70.000 euro: 1 euro a confezione, fino a un massimo di 2 euro per ricetta;
  • da 70.000,01 a 100.000 euro: 2 euro a confezione, fino a un massimo di 4 euro per ricetta;
  • oltre 100.000 euro: 3 euro a confezione, fino a un massimo di 6 euro per ricetta.

Visite specialistiche
Come per i farmaci il limite di reddito per l’esclusione dal pagamento del ticket aggiuntivo è stato fissato a 36.151,98 euro (autocertificato o ISEE). Altre esclusioni: ricette per prestazioni specialistiche di importo complessivo non superiore a 10 euro, i già esenti per le prestazioni specialistiche.

Queste sono le fasce e il ticket da pagare per ricetta (tutte le prestazioni escluse Risonanza magnetica e TAC):

  • da 36.151,98-70.000 euro: 5 euro;
  • da 70.000,01-100.000 euro: 10 euro;
  • oltre 100.000 euro: 15 euro.

Queste invece le fasce e il ticket da pagare per ricetta per Risonanza magnetica e TAC:

  • da 36.151,98-70.000 euro: 10 euro;
  • da 70.000,01-100.000 euro: 24 euro;
  • oltre 100.000 euro: 34 euro.

Per la libera professione (intramoenia) è previsto un contributo aggiuntivo sulle prestazioni modulato a seconda del valore della prestazione stessa.

Niente cambia per il Pronto Soccorso, per il quale continuerà ad essere applicata la delibera della giunta regionale 534 del 2007. Ovvero, per le situazioni ritenute non gravi, classificate con codice bianco o azzurro, è previsto il pagamento di un ticket di importo massimo pari a 50 euro.

 

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rivoluzione ticket in Toscana: da oggi in vigore i pagamenti in base al reddito

PisaToday è in caricamento