Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Via Silvio Pellico

Scaglia un tombino contro la vetrata di un parrucchiere: arrestato

L'uomo è entrato nel negozio e ha rubato un tablet. Decisivo l'intervento di guardie giurate e polizia avvisati dai residenti

Il tombino e la vetrata infranta

Ha dato i frutti sperati il rafforzamento dei servizi di controllo del territorio da parte della Questura di Pisa e il miglioramento della collaborazione con i servizi di vigilanza privata per un più veloce coordinamento e la immediata circolazione delle segnalazioni di emergenza.

La notte scorsa, tra mercoledì 21 e giovedì 22 novembre, intorno alle due, la sala operativa della Questura è stata subito avvertita da personale di una agenzia di vigilanza privata pisana che era entrato in funzione un allarme presso un negozio di parrucchiere in zona stazione centrale.
Le volanti della polizia sono così giunte sul posto, in costante contatto con i vigilantes che stavano già seguendo una persona sospettata di aver danneggiato la vetrina del negozio. L'uomo, un italiano di 54 anni, con numerosi precedenti specifici per reati contro il patrimonio, è stato così bloccato in via Silvio Pellico, nel piazzale antistante il vecchio Cpt.

Il 54enne aveva divelto un tombino nei pressi del negozio di parrucchiere e aveva sfondato la vetrina con grande violenza, utilizzando per tre volte il tombino contro la vetrata. Nonostante l'entrata in funzione dell'allarme, è entrato nel negozio riuscendo a rubare un tablet prima di allontanarsi. Sono stati i residenti del quartiere, spaventati dai forti colpi e successivamente dall’allarme in funzione, ad aver assistito alla scena dalle finestre, fornendo così alle guardie giurate e agli agenti di polizia le prime informazioni utili alla cattura. Per l'uomo è scattato l’arresto in flagranza perché, di fatto, grazie ai cittadini e alle guardie giurate, non è mai stato perso di vista da quando ha compiuto il gesto fino a quando ha tentato la fuga.
Addosso aveva arnesi da scasso sequestrati dalla polizia.

Il 54enne è stato quindi condotto nella cella di sicurezza della Questura dove appunto gli agenti hanno potuto ricostruire le fasi del furto aggravato, ascoltando i testimoni e procedendo al fotosegnalamento e alla redazione degli atti dell’arresto.

Questa mattina si terrà la direttissima in Tribunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scaglia un tombino contro la vetrata di un parrucchiere: arrestato

PisaToday è in caricamento