Cronaca

Coronavirus, "Abruzzo, Umbria, Basilicata, Liguria e Toscana passano in area arancione"

E' quanto scrive su Twitter il presidente della Regione Abruzzo. La conferma dal sindaco di Firenze Nardella. In zona arancione chiudono bar e ristoranti

"Il ministro Roberto Speranza mi ha anticipato l'esito della riunione che ha stabilito il passaggio dell'Abruzzo, insieme a Umbria, Basilicata, Liguria e Toscana, nella zona arancione. Gli effetti del provvedimento che il ministro si appresta a firmare avranno decorrenza da mercoledì". E' quanto scrive su Twitter il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio. Dunque, anche se mancano ancora dichiarazioni ufficiali da parte del Governo, la Toscana, come già ventilato nelle ultime ore, passa da giallo a arancione e vede dunque un aumento delle limitazioni e delle misure per contrastare la pandemia da Coronavirus.area arancione-2
Secondo quanto apprende l'Adnkronos, il ministro Roberto Speranza firmerà in serata l'ordinanza che entrerà in vigore da mercoledì 11 novembre.
Tra le misure, oltre a quelle già in vigore da venerdì scorso, ci sarebbe dunque la chiusura di bar e ristoranti (consentito l'asporto fino alle 22, nessuna restrizione per la consegna a domicilio). Sospesa inoltre la mobilità tra Regioni e tra Comuni, salvo per comprovati motivi di lavoro, salute, studio, necessità.

Area gialla, arancione e rossa: le misure previste

La conferma del passaggio alla zona arancione della nostra Regione arriva anche dal sindaco di Firenze Dario Nardella. "Ho appena parlato con il ministro della Salute, Roberto Speranza, che mi ha ufficialmente riferito che la Toscana è entrata nella zona arancione, in quanto sono stato raggiunti i livelli che prevedono il passaggio a questa seconda fascia". Il ministro, prosegue, "prima di chiamarmi ha sentito il presidente della Regione, Giani, e credo che il nuovo regime restrittivo partirà da mercoledì". Ora, continua, "saremo tutti impegnati per prepararci a questa fase ulteriore, che credo sia giusto accagliare con il massimo impegno, la massima serietà". Anche perchè "non era da escludere che la Regione passasse dalla fascia gialla a quella arancione, visti gli ultimi dati del nostro comune e della nostra area metropolitana". Il sistema per colori e restrizioni crescenti voluto dal Governo, ribadisce, "non è che sia una gara, ne' una classifica. E' semplicemente l'attestazione di una situazione che dimostra, purtroppo, che la curva non è ancora stata bloccata. Credo che una misura del genere debba essere accolta con il massimo impegno e la massima serietà perchè se saremo bravi potremo tornare al regime precedente" conclude Nardella.

Coronavirus in Toscana: il bollettino del 9 novembre

Coronavirus in provincia di Pisa: i dati

Coronavirus, il sindaco di Pisa: "Situazione molto seria, più ricoveri che nel primo lockdown"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, "Abruzzo, Umbria, Basilicata, Liguria e Toscana passano in area arancione"

PisaToday è in caricamento