Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Toscana Pride: presenti migliaia di persone per i diritti omosessuali

Un corteo numeroso e variegato, si è esibito nelle strade di Viareggio per il Toscana Pride 2012. Presenti numerose autorità per difendere i diritti omosessuali, il sindaco Marco Filippeschi con la fascia arcobaleno

Il sindaco Marco Filippeschi durante il corteo del Toscana Pride 2012
Colori e  musica per difendere i diritti omosessuali al Toscana Pride di quest'anno, svoltosi a Viareggio. Oltre 5 mila persone, secondo gli organizzatori, sono partite in corteo dalla stazione con carri e musica, attirando l'attenzione dei tanti turisti che affollavano le strade della città. Erano presenti anche numerose amministrazioni locali e il presidente della Regione Enrico Rossi. Tra le tante adesioni non poteva mancare quella di Pisa, il primo capoluogo di provincia in Italia a istituire il registro delle Unioni civili.

"La fascia di sindaco arcobaleno l'ho inventata tre anni fa - ha affermato Marco Filippeschi, anche presidente nazionale di Legautonomie - ma l'impegno della mia città è di più lungo periodo. Il 7 luglio 1997, il Consiglio comunale di Pisa approvò l'istituzione dell'elenco per le unioni civili, senza guerre politiche o di religione. E oggi, partecipare al Toscana Pride, significa rilanciare quell'impegno e continuare a perseguire obiettivi più avanzati per i diritti per la popolazione Lgbt, nel dialogo, con il confronto e il rispetto fra le differenze".

Vladimir Luxuria è stata la madrina della manifestazione, a lungo applaudita quando ha ricordato quanto stia avvenendo negli Stati Uniti e in Francia: "Barack Obama - ha affermato Luxuria - ha mantenuto tutto ciò che aveva promesso, come la riforma sanitaria e il diritto all'assistenza per tutti i citatdini. Siamo sicuri che anche il matrimonio tra omosessuali diventerà legge federale - ha proseguito -. Una menzione speciale va anche al presidente francese Holland, che ha promesso, per il 2013, i matrimoni tra gay. Il nostro governo dovrebbe prendere esempio da loro".

 Al registro delle unioni civili risultano iscritte 52 coppie, di cui quattro dello stesso sesso. "A Pisa  - ha concluso il sindaco Marco Filippeschi - Ogni 28 giugno celebriamo la giornata contro l'omofobia, cercando di dare visibilità e contenuti alla battaglia contro ogni violenza e issiamo sul pennone del  Ponte di Mezzo la bandiera rainbow. Ci sono tanti sindaci impegnati per garantire le differenze, secondo la lettera e lo spirito della Costituzione e la Toscana, che ha un'antica e coraggiosa tradizione di promozione dei diritti, deve dare il meglio".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toscana Pride: presenti migliaia di persone per i diritti omosessuali

PisaToday è in caricamento