Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Covid in Toscana, "Ricoveri scendono sotto quota mille, crollano i casi positivi tra gli over 80"

A dare il quadro della situazione è il presidente del Consiglio regionale Mazzeo. La Toscana supera 1,6 milioni di somministrazioni di vaccino. Giani: "Obiettivo 55mila dosi giornaliere"

"Continua la ritirata della terza ondata della pandemia e i dati toscani continuano fortunatamente a migliorare". A fare il punto sulla situazione della nostra regione, che si avvia alla conferma della zona gialla anche per la prossima settimana, è il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo.
"L’indice Rt è a 0,89 e con un tasso di incidenza a 112 casi settimanali per 100mila abitanti - sottolinea Mazzeo - la situazione varia da provincia a provincia e a stasera (ieri, ndr) è la seguente: Prato 212, Arezzo 148, Pistoia 141, Firenze 118, Massa 107, Pisa 88, Grosseto 86, Siena 83, Livorno 78, Lucca 65".
Confortanti anche i dati sulla pressione ospedaliera: "Per la prima volta i ricoveri ordinari scendono sotto quota mille (precisamente 970 pazienti, erano 1664 un mese fa) mentre i pazienti in terapia intensiva passano da 283 di un mese fa ai 187 odierni".

"Un altro dato interessante è che tra i nuovi positivi, da qualche giorno, solo circa il 3% è rappresentato da over 80, dimostrazione che la campagna vaccinale ha avuto l'effetto sperato - prosegue Mazzeo - molto probabilmente maggio e giugno rappresenteranno i mesi della svolta nella campagna vaccinale: vista la gran quantità di forniture previste, questo potrebbe permettere di vaccinare la stragrande maggioranza dei toscani entro la fine dell'estate. Alla luce di questo quadro, ho una doppia speranza: in primo luogo che non ci siano più chiusure, secondariamente che si possano legare i colori delle Regioni non più solo all'RT ma anche al tasso di occupazione ospedaliera e alla copertura vaccinale".

Covid in Toscana: 529 nuovi casi positivi

La campagna vaccinale in Toscana

E sull'andamento della campagna vaccinale è intervenuto ieri l'assessore regionale Simone Bezzini nel corso dell'audizione settimanale in Commissione Sanità alla quale era presente anche il governatore Eugenio Giani. Durante la riunione è emerso che la Toscana ha superato quota 1,6 milioni di vaccinazioni anti-Covid. 
"Negli ultimi giorni - ha spiegato il presidente della Regione - c'è stato un salto di qualità, anche per l'aumento delle dosi di vaccino disponibile, soprattutto di Pfizer. Ritengo che aver raggiunto 1,6 milioni di somministrazioni sia un bel risultato. Abbiamo messo in piedi una rete diffusa e ci siamo messi in sinergia con i medici di base e con il volontariato per l'organizzazione degli hub". L'obiettivo della Regione, ribadisce Giani, "è di arrivare a fine settembre con una quota fra i 2,5 milioni e i 2,8 milioni di vaccini fatti, garantendo quindi l'immunità di gregge. Tutto dipende dalla quantità di dosi che ci mandano". A rendere concreto l'obiettivo è anche l'apertura di nuovi punti vaccinali a Fucecchio, Certaldo, Montecatini, Pistoia, Dicomano, Scarperia, Reggello e in altri luoghi della Toscana. In questo modo, assicura ancora il presidente, "arriveremo a 35mila somministrazioni al giorno negli hub pubblici, a cui si aggiungeranno le vaccinazioni fatte dai medici di famiglia e dai farmacisti, per un totale di 55mila dosi giornaliere". Giani si dice inoltre "orgoglioso" di come la Regione ha condotto la campagna fra gli over 80 dopo le accuse di ritardi iniziali. "Aver fatto ricorso ai medici di famiglia - sostiene - ci ha permesso di raggiungere ben il 98% degli anziani: siamo primi in Italia con il Veneto". Resta peraltro buona la domanda di ogni tipologia di vaccino in Toscana, motivo per il quale al momento l'assessore Bezzini esclude la necessità di ricorrere a open day per la somministrazione di dosi di AstraZeneca. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid in Toscana, "Ricoveri scendono sotto quota mille, crollano i casi positivi tra gli over 80"

PisaToday è in caricamento