Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Coronavirus: la Toscana da lunedì in zona rossa

La decisione del Ministero della Salute dopo il monitoraggio dell'Iss. La nostra regione ha superato il limite di 250 positivi per 100mila abitanti

Da lunedì la Toscana è in zona rossa. L'annuncio del governatore della Regione Eugenio Giani che ieri aveva prospettato invece il mantenimento dell'arancione. "Il Ministro Roberto Speranza mi ha appena comunicato le risultanze della cabina di regia del Comitato Tecnico Scientifico. I dati della Toscana hanno un valore di contagi su 7 giorni pari a 251 su 100mila abitanti, rispetto al limite previsto dal decreto legge approvato dal Governo Draghi di 250 su 100mila abitanti - afferma Giani - il decreto del Ministero della Salute prevede quindi la zona rossa per la Toscana da lunedì 29 marzo fino al 6 aprile, tenendo conto che nei giorni 3-4-5 aprile si sovrappone al provvedimento del Governo per la zona rossa prevista in tutta Italia".

Un ritardo informatico è all'origine dello slittamento della Toscana in zona rossa: 102 contagi a Prato non erano stati correttamente conteggiati ieri, l'ultima giornata utile per valutare l'andamento settimanale dei positivi. Quanto basta, nel ricalcolo, per far finire la regione sopra la soglia critica dei 250 contagi su 100 mila abitanti e quindi nella fascia delle massime restrizioni. A confermarlo ai microfoni di Rtv38 è il presidente Giani. "Nell'approfondimento che abbiamo fatto rivedendo le schede - spiega il governatore, precisando di aver scelto la strada della trasparenza - ne abbiamo trovata una di un laboratorio di Prato che è arrivata in Regione non in mattinata come gli altri, ma ieri pomeriggio e pertanto non era stata computata nei dati inviati a Roma. Quando stamattina ci siamo accorti del dato di Prato con questi 100 contagi in più, che apparivano molto alti, abbiamo ricostruito il tutto".

"Questa restrizione - ha precisato il presidente Eugenio Giani - fa sì che anche gli studenti toscani debbano stare a casa con tre giorni di anticipo rispetto alle tradizionali vacanze pasquali. Vedremo poi come andranno i dati ad inizio di aprile per capire se riusciremo a tornare in zona arancione, così come è avvenuto dal 1 gennaio ad oggi, periodo in cui ci siamo alternati tra l’arancione e il giallo. Confido che la crescita del numero delle vaccinazioni, ormai sopra le 570.000 e sopra l’88% delle dosi ricevute e somministrate, un dato che è superiore alla media nazionale, ci aiuti a tornare in arancione”.

Da lunedì dunque scatterà la sospensione dell'attività didattica in presenza per le scuole di ogni ordine e grado e sarà vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dal proprio comune di residenza tranne che per motivi di lavoro, salute o necessità.
Zona rossa: le misure previste

misure zona rossa toscana-2

Coronavirus in Toscana: il bollettino del 26 marzo

Il nuovo decreto: dopo Pasqua scuole aperte in zona rossa

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: la Toscana da lunedì in zona rossa

PisaToday è in caricamento