Cronaca

Micotossina estrogenica nel latte per neonati: possibili problemi ormonali

La scoperta è stata effettuata da un gruppo di ricercatori dell'Ateneo pisano: la tossina deriverebbe da animali alimentati con mangime contaminato. Casi di pubertà precoce nelle bambine esposte alla micotossina

Allarme neonati: micotossina estrogenica e due suoi derivati potrebbero causare problemi ormonali ai bambini. La tossina è stata trovata nel latte per neonati (la micotossina nel 9% di quelli testati e i suoi derivati nel 26% dei campioni), oltre che in alcuni omogeneizzati per l'infanzia a base di carne, venduti in Italia. A fare l'amara scoperta un gruppo di ricercatori dell'Università di Pisa, guidato da Francesco Massart, che hanno pubblicato il relativo studio sulla rivista internazionale The Journal of Pediatrics.

"La micotossina in questione - spiegano i ricercatori pisani - é lo zearalenone, prodotta dai microfunghi Fusarium che si sviluppano su vari tipi di granaglie e può arrivare nel latte e nella carne degli animali alimentati con mangimi contaminati".
Tale tossina, come i suoi derivati metabolici, ha un'attività ormonale anabolizzante ed estrogenica già ampiamente dimostrata dagli stessi ricercatori in un precedente studio pubblicato nel 2008 nella stessa rivista. In esso si denunciava un aumento del numero di bambine con pubertà precoce proprio perché esposte alla micotossina estrogenica. (fonte Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Micotossina estrogenica nel latte per neonati: possibili problemi ormonali

PisaToday è in caricamento