Uffici comunali, Anagrafe e Stato Civile alla Sesta Porta: affidati i lavori per l'intervento

Ad aggiudicarsi l'intervento una associazione temporanea di imprese formata dalla A & A di Amorini e Azzaro srl e dalla Izzo Mario Costruzioni, entrambe con sede a Napoli. Inizio lavori previsto per gennaio

Aggiudicati e affidati i lavori per realizzare i nuovi spazi che ospiteranno l’ufficio Anagrafe e l’ufficio Stato Civile del Comune di Pisa. L’intervento, annunciato dal sindaco Michele Conti ad inizio 2020, prevede la costruzione ex novo dei locali ubicati al piano terra della Sesta Porta, dove già i cittadini possono trovare gli uffici della Polizia Municipale e di Pisamo.
"Si tratta di un intervento propedeutico - spiega il vicesindaco con delega agli Affari Generali e al Patrimonio Raffaella Bonsangue - nell’ambito della completa riorganizzazione degli uffici comunali che riguarderanno diversi palazzi pubblici. Un’operazione che, una volta completata, servirà a fornire servizi più puntali, efficienti e precisi ai nostri concittadini, nel contesto di spazi maggiormente idonei ad assicurare il benessere organizzativo del personale impiegato nei servizi".

Ad aggiudicarsi i lavori una Ati (associazione temporanea di imprese) formata dalla A & A di Amorini e Azzaro srl e dalla Izzo Mario Costruzioni, entrambe con sede a Napoli. L’importo totale dell’intervento è di 344.586,66 euro al netto dell’iva. Assieme alla sistemazione dei locali oggi in stato grezzo, verranno effettuate la demolizione di alcune pareti e l’installazione di nuovi infissi oltre a porte tagliafuoco in ferro e alluminio. Tra gli interventi previsti anche la realizzazione di un nuovo impianto elettrico, la revisione dell’impianto di riscaldamento, la completa ritinteggiatura dell’immobile.
Completata la fase di affidamento e aggiudicazione dei lavori, a breve il Comune di Pisa e la Ati che si è aggiudicata l’appalto sigleranno il contratto. L’avvio dei lavori è previsto per il gennaio 2021, poi ci vorranno circa sei mesi per terminare l’intervento e poter iniziare a trasferire alla Sesta Porta gli uffici comunali di Anagrafe e Stato Civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento