Trasporti scolastici e criticità, Ugl: "Come potrà esserci tutela a bordo?"

Il sindacato sottolinea i disagi che si verificheranno a bordo con le difficoltà degli autisti a far rispettare le regole

Esprimono preoccupazione dalla Rsa UGL/F.N. Autoferrotranvieri di Pisa per il trasporto scolastico e le tutele per gli studenti e i conducenti degli autobus. Dal sindacato denunciano forti criticità nello svolgere il servizio in totale sicurezza.

"Prima di tutto abbiamo notato che già nel periodo estivo, sulle linee extraurbane ed urbane dell’area pisana e Valdera, si sono registrate difficoltà a far rispettare a bordo le norme imposte dal DPCM; al riguardo la Regione aveva stanziato fondi per l’assunzione di personale qualificato ma niente è stato fatto - affermano da Ugl - spesso si sono create situazioni spiacevoli nelle quali il conducente non è stato supportato dalle autorità competenti, mettendo a rischio la propria salute e sicurezza; tutto questo quando la percentuale dei trasportati non superava il 60% della capienza massima del libretto di circolazione".
Da qui la riflessione di Ugl Pisa: "Se ad oggi non sono state prese misure a tutela di utenti e personale viaggiante col servizio ridotto rispetto a quello che sarà effettuato alla riapertura del servizio scolastico, come potrà esserci tutela per tutti?".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scuola e trasporti: "Non mancheranno i disagi ma non colpevolizzate gli autisti"

"Si creeranno disagi ma non dovranno essere computati al personale viaggiante - proseguono - situazioni gravose per i ragazzi che rimarranno a terra con la conseguenza che non arriveranno al plesso scolastico e/o arriveranno in ritardo, saranno all’ordine del giorno, purtroppo. Inoltre, visto che il DPCM ha dato disposizioni di incremento della capienza a bordo pari all’80% e, per un tempo massimo di 15 minuti, al 100%, come si può pretendere che il conducente ottemperi al controllo di tali misure? Questo significa che la distanza sociale sarà abbattuta e gli utenti metteranno a rischio la propria salute".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Ripartenza scuola e Coronavirus: mezza classe del liceo in quarantena a Pontedera

  • Cadavere di un anziano trovato in un fosso in zona La Fontina

  • Coronavirus: "Ho fatto il tampone, dopo 72 ore ancora non so il risultato"

  • Caso sospetto di Covid nel personale scolastico: chiuso asilo di Pontedera

  • Coronavirus in Toscana: 91 nuovi casi, un decesso a Pisa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento