Cep, bimbo trova sconosciuto nel letto: "La famiglia voleva andare via da mesi"

L'assessore Gambaccini fa il punto sul caso avvenuto nei giorni scorsi, con la famiglia ora dorme in albergo: "Ho chiesto ad Apes di sostenere le spese"

Immagine di archivio del Cep

Uno strano via vai notato dai residenti di una palazzina popolare nel cuore del Cep, che farebbe pensare ad una persona che subaffitta il proprio appartamento a stranieri senza fissa dimora. Potrebbe essere questa la problematica alla base dell'episodio avvenuto alcuni giorni fa ad una famiglia che abita nel quartiere. Protagonista della vicenda un ragazzino di appena 10 anni che la sera, aprendo la porta della camera, ha trovato uno sconosciuto che dormiva nel letto.

Dopo la scoperta il piccolo ha chiamato il padre, che poi ha avvertito le forze dell'ordine. Lo sconosciuto è entrato nell'appartamento spaccando il vetro di una finestra che si trova al primo piano, convinto di essere entrato nell'alloggio dell'uomo con il quale avrebbe preso degli accordi. La famiglia, che al momento dell'irruzione si trovava fuori dall'abitazione a cena, una volta rientrata ha trovato i vetri rotti, poi la brutta scoperta, con il piccolo che da allora non vuole più mettere piede in quella casa. Lo sconosciuto è risultato essere un tunisino, identificato dalle forze dell'ordine e denunciato per la seconda volta, in quanto poche ore prima era stato denunciato per violazione di domicilio e rilasciato. Attualmente è di nuovo in libertà.

Del caso si è interessata l'assessore alle Politiche abitative Gianna Gambaccini. "Dopo quanto accaduto - spiega l'assessore - il bimbo non vuole più tornare in quell'abitazione e da alcuni giorni la famiglia si trova in un albergo. Ho chiesto ad Apes di sostenere le spese per l'albergazione in attesa di riuscire a trovare un altro alloggio popolare da destinare alla famiglia attraverso la mobilità". Una procedura, quella della mobilità, che il padre del piccolo aveva chiesto di attivare già a settembre scorso "proprio per queste presenze poco raccomandabili - spiega ancora la Gambaccini - che andavano e venivano dal condominio. C'è però una graduatoria che va rispettata. Dopo questo episodio accelereremo la procedura".

"Da tempo, addirittura da anni - afferma ancora la Gambaccini - gli abitanti di quel condominio avevano segnalato ad Apes uno strano via vai di stranieri. L'ipotesi, al vaglio degli investigatori, è che un uomo subaffitti il proprio appartamento a queste persone. Se fosse così ci sarebbero i presupposti per togliere l’alloggio all’inquilino accusato di favoreggiare questo fenomeno. I sopralluoghi effettuati dalle forze dell'ordine e dalla municipale non hanno però dato per il momento alcun esito. Aumenteremo i controlli per garantire il rispetto della legalità". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

  • Covid in classe: cinque nuovi casi nelle scuole di Pisa

  • Barman deceduto a Pontedera: annullata la Festa del Commercio

  • Mareggiata a Marina di Pisa: allagamenti e pietre sul lungomare

  • Coronavirus in Toscana: 156 casi in più, 32 a Pisa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento