Assenteisti all'Università: timbrano il cartellino e poi vanno a fare la spesa

Cinque gli indagati nell'inchiesta della Procura. Tra loro anche la parente di un noto esponente politico cittadino. Gli assenteisti sarebbero stati inchiodati anche grazie all'uso di riprese video, in cui si notano i loro movimenti

Indagati per truffa e interruzione di pubblico servizio cinque dipendenti dell'Università di Pisa, quattro donne e un uomo, nell'ambito di una inchiesta sull'assenteismo in Ateneo. La notizia è riportata dai quotidiani locali. Le indagini vanno avanti da alcuni mesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel mirino della Procura ci sarebbero appunto alcuni dipendenti che timbrano il cartellino e poi escono per andare a fare colazione, oppure la spesa o addirittura dall'estetista. Tra gli indagati ci sarebbe anche la parente di un noto esponente politico cittadino. I 'furbetti' del cartellino sono stati inchiodati anche grazie a riprese video.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 28 anni in un incidente in moto in autostrada

  • Colta alle spalle e rapinata di notte in via Notari: due arresti, si cerca il terzo

  • Incidente stradale lungo l'Aurelia: un morto e tre feriti

  • Ragazza investita a Marina di Pisa: arrestato il pirata della strada

  • In arrivo piogge e temporali in Toscana: emessa allerta meteo

  • Minore scomparso a Calambrone: 15enne ritrovato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento