Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Pomarance: subisce truffa e tentata estorsione, fa arrestare il presunto colpevole

L'imprenditore vende online un trattore, poi scopre che il bonifico è falso. Arriva la richiesta di denaro per riavere il mezzo, ma lui denuncia tutto e collabora coi Carabinieri

Truffa online e tentata estorsione ai danni di un imprenditore di Pomarance, con quest'ultimo che denuncia quanto stava accadendo e fa arrestare il presunto colpevole, un 50enne di Grotteria, provincia di Reggio Calabria.

Nei giorni scorsi la vittima del raggiro ha venduto online un trattore per una somma di 35mila euro. Il pagamento è stato effettuato con un bonifico che si è rivelato falso, ma quando l'imprenditore si è accorto della truffa il mezzo era già stato spedito a Bovalino, comune della città metropolitana di Reggio Calabria. Poche ore dopo la brutta scoperta una seconda persona ha contattato il malcapitato, chiedendo denaro in cambio dell'informazione sull'ubicazione del mezzo.

L'imprenditore si è quindi rivolto ai Carabinieri di Cecina, con la conseguente attività di indagine dei colleghi di Locri. Con questi ultimi si è pensato di far pagare con vaglia postale la somma richiesta. Al momento della riscossione presso l'ufficio postale locale i militari hanno bloccato il 50enne, ritenuto responsabile dell'intero raggiro. Denunciato anche un 41enne di Marina di Gioiosa Jonica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pomarance: subisce truffa e tentata estorsione, fa arrestare il presunto colpevole

PisaToday è in caricamento