Cronaca

Percepisce la pensione della zia defunta da anni: truffa da 125mila euro

E' stata una segnalazione dell'I.N.P.S. alla Procura della Repubblica a far scattare le indagini. L'uomo si era approfittato della delega ad operare sul conto corrente della zia deceduta per riscuotere la pensione della donna

La zia muore nel 2006, ma il nipote ha pensato bene di continuare a percepirne la pensione come se niente fosse. Una truffa da 125mila euro ai danni dell’I.N.P.S. - ex I.N.P.D.A.P. è stata scoperta dai Finanzieri della Guardia di Finanza di Pisa, nell’ambito di articolate indagini coordinate dalla Procura della Repubblica. L'autore dell'imbroglio è un cinquantottenne.

I militari hanno potuto appurare che l’uomo, residente nella provincia di Pisa, approfittando della delega ad operare sul conto corrente bancario intestato alla defunta, ha continuato ad appropriarsi degli importi della pensione che sono stati erroneamente accreditati sul conto corrente, anche successivamente al decesso della titolare.

A far scattare l’attività investigativa è stata una segnalazione operata dallo stesso Istituto Nazionale di Previdenza Sociale alla Procura della Repubblica di Pisa.
Dai numerosi accertamenti compiuti anche tramite indagini bancarie e dal raffronto dei dati ottenuti con quelli messi a disposizione dall’I.N.P.S., sono emersi gli elementi atti ad avvalorare il reato di truffa ai danni dello Stato. E’ stato accertato che l’indagato ha riscosso illecitamente le rate della pensione della zia deceduta, per un ammontare complessivo pari a circa 125mila euro. Il 58enne è stato quindi segnalato all’Autorità Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Percepisce la pensione della zia defunta da anni: truffa da 125mila euro

PisaToday è in caricamento