menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza, 'truffa dello specchietto' e furti: misure preventive dalla Questura di Pisa

Allontanate tre persone dal comune, poi ritirato il porto d'armi per una persona ritenuta di indole violenta

Prosegue l'impegno della Polizia di Stato di Pisa per la sicurezza, in particolare del centro cittadino. Nelle ultime 24 ore ci sono stati interventi, denunce e misure preventive di reati.

Ieri, 14 dicembre, gli agenti hanno rintracciato e bloccato un 43enne che da Piazza Dante aveva cercato di fuggire alla vista dei poliziotti. Confermata la sua condizione di clandestinità ed i precedenti penali, è stato accompagnato nel pomeriggio da una pattuglia al Centro per i Rimpatri di Torino; ora è in attesa del primo charter utile per la Tunisia, suo Paese d'origine. 

La Sezione Misure di Prevenzione della Divisione Polizia Anticrimine della Questura ha notificato 3 fogli di via obbligatori con divieto di ritorno a Pisa per 3 anni, e due avvisi orali, ad altrettanti soggetti con precedenti. Nel primo caso, un foglio di via ha interessato un residente in lucchesìa, senza occupazione, sorpreso a rubare in un supermercato a Pontedera: a lui è stato inibito il ritorno in quella città, pena la denuncia alla Procura della Repubblica. 

Altri due cittadini napoletani sono stati muniti del foglio di via obbligatorio da Pisa perché, con precedenti specifici in altre città del centro nord, tentavano la cosiddetta 'truffa dello specchietto' ai danni di automobilisti nella zona tra Pisa e Calci. I due avvisi orali invece riguardano due italiani di cultura rom residenti sul litorale, con precedenti per reati contro il patrimonio; il Questore della provincia di Pisa Gaetano Bonaccorso, visti i precedenti, li ha avvisati di rispettare la legge, pena l'adozione di misure di prevenzione più incisive, come ad esempio la Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza.

Sul fronte indagini si segnala un intervento per rissa della Polizia, avvenuto alle 21.20 del 12 dicembre scorso in piazza delle Vettovaglie. Nell'occasione l'equipaggio della volante era riuscito con fatica a fermare un 25enne pisano, prima che si dileguasse. L'Ufficio Prevenzione Generale ha denunciato quest'ultimo alla Procura della Repubblica per il reato di minaccia aggravata a Pubblico Ufficiale. In aggiunta, la Divisione Polizia Amministrativa gli ha ritirato il porto di fucile uso tiro a volo, che il giovane aveva conseguito da poco tempo, essendosi reso protagonista di un reato - la rissa - che per l'Autorità denota una indole violenta. E’ stata infine inviata una dettagliata informativa in Prefettura, chiedendo a suo carico un divieto permanente anche per la detenzione in casa di qualsiasi tipo di arma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento