Truffa dello specchietto: 50enne fermato dalla polizia prima di entrare in azione

L'uomo è stato fermato dagli agenti, insospettiti dal suo atteggiamento, nei pressi della stazione centrale di Pisa

Il porta targa dello scooter sequestrato

Si aggirava con il suo scooter per le stradine adiacenti la stazione centrale probabilmente per individuare una potenziale vittima. E' stato fermato questa mattina, 23 gennaio, dagli agenti della Polizia di Pisa, un 50enne italiano, di etnia sinti e originario di Torre Annunziata, con numerosi precedenti, commessi in tutta la Toscana, in materia di truffa e reati contro il patrimonio. L'uomo, in particolare, è ritenuto dagli agenti "un maestro nella cosidetta 'truffa dello specchietto'".

Avrebbe infatti commesso alcune truffe tra Montecatini e Pescia a bordo del proprio scooter, preventivamente danneggiato 'ad arte' nella parte dello scudo anteriore per simulare, in una seconda fase, un urto con lo specchietto retrovisore di un veicolo guidato dal malcapitato di turno, al fine di raggirarlo attraverso la richiesta di un pagamento immediato in contate quale ristoro del danno simulato.

Ad insospettire gli agenti l'atteggiamento del 50enne che zigzagava a bordo di uno scooter grigio di grossa cilindrata alla ricerca di un obiettivo non meglio definito. I poliziotti hanno quindi bloccato il soggetto nella zona di via Corte Bracci per un controllo, riscontrando, come da copione, il frontale del mezzo già lesionato. I poliziotti hanno inoltre riscontrato come la targa fosse stata fissata su un dispositivo mobile che, azionato col piede, consentiva di coprire immediatamente la stessa, rendendo il veicolo non identificabile. Un escamotage per poterla 'fare franca' senza correre il rischio di essere rintracciati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo è stato quindi condotto negli uffici della Questura per procedere alla sua identificazione. Il mezzo è stato sottoposto a sequestro e per il 50enne è scattata la misura di prevenzione del divieto di ritorno nel Comune di Pisa per tre anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Coronavirus in Toscana: 14 nuovi casi e 6 decessi

  • Coronavirus in Toscana, 18 nuovi casi: un decesso nel pisano

Torna su
PisaToday è in caricamento